logo san paolo
lunedì 17 gennaio 2022
 
Rito ambrosiano Aggiornamenti rss Padre Giulio Michelini

1° gennaio 2014 - Ottava del Natale nella Circoncisione del Signore

Lettura del Vangelo secondo Luca (2,18-21)

In quel tempo. Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore. I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro. Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo.

 

Dalla Parola alla vita

Oggi, primo giorno dell’anno, noi ambrosiani parteciperemo alla Messa dell’Ottava del Natale nella circoncisione del Signore e ascolteremo anche il messaggio di papa Francesco per la 47ª Giornata mondiale per la pace dal titolo: “Fraternità, fondamento e via per la pace”.

Papa Francesco ha scelto come tema del suo primo Messaggio proprio la fraternità, perché sin dall’inizio del suo ministero di vescovo di Roma ha sottolineato come sia importante promuovere la «cultura dell’incontro» e superare la «cultura dello scarto», per camminare verso la realizzazione di un mondo più giusto e pacifico.

E come ci ha ricordato il cardinale Scola: «La pace è a un tempo dono di Dio e compito che egli affida all’uomo. Come la vita, essa va difesa, custodita e alimentata con lavoro indomabile. Su di sé prima che sugli altri. Bisogna insegnare agli uomini ad amarsi e a educarsi alla pace». È quindi un compito quanto mai necessario e per niente banale perché tocca tutti noi, nessuno escluso. A partire da oggi chiediamo la grazia al Signore di essere “portatori sani di pace” negli ambienti dove ci troviamo a vivere, siano essi in famiglia, nelle comunità parrocchiali, nel lavoro o con gli amici. Ci renderemo conto di quanta attesa c’è da parte di tutti di una parola che edifica e crea comunione piuttosto che di messaggi di divisione, di odio e di maldicenza.

(Commento di Gloria Mari, comunità Nocetum, Milano)


30 dicembre 2013

 
Pubblicità
Edicola San Paolo