Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
giovedì 30 maggio 2024
 

Atlantico caldo: inverno nevoso?

Le temperature oceaniche potrebbero decidere le sorti dell’inverno
 

Nelle ultime settimane spesso l’alta pressione dell’Anticiclone delle Azzorre si è allungata molto a nord, fino a occupare gran parte del Nord Atlantico, favorendo così la discesa lungo il suo bordo orientale di quelle fredde correnti nord-atlantiche che hanno portato anche in Italia piogge abbondanti e insistenti.
A favorire la ricorrente espansione dell’Anticiclone delle Azzorre fino a così alte latitudini sono state soprattutto le acque dell’Oceano, insolitamente calde per questo periodo.
Come mostra anche l’immagine, realizzata dagli studiosi della NOAA grazie ai dati raccolti da boe oceaniche e satelliti meteorologici, le temperature superficiali delle regioni marine a sud della Groenlandia sono infatti sensibilmente più alte del normale (colorazione rossa intensa).
Molto probabilmente le temperature marine rimarranno più calde del normale pure nelle prossime settimane, anche perché le analisi degli studiosi hanno dimostrato che lo strato caldo si spinge a oltre 100 metri di profondità, e quindi il calore accumulato in quella zona oceanica è davvero notevole e ci vorrà un po’ di tempo perché venga disperso tutto nell’atmosfera. Insomma, il grande calore intrappolato nel Nord Atlantico paradossalmente potrebbe diventare il migliore alleato degli amanti dello sci, deviando nel corso dell’inverno correnti gelide (e nevose) direttamente sulla nostra Penisola.


28 novembre 2012

 
Pubblicità
Edicola San Paolo