logo san paolo
giovedì 28 ottobre 2021
 

Basta attacchi al Santo Padre

Papa Francesco (foto Ansa)
Papa Francesco (foto Ansa)

Caro direttore vorrei esprimere il mio rammarico per come molti di coloro che si professano cristiani criticano il nostro Santo Padre papa Francesco. Se il Papa, commentando una lettura dagli Atti degli Apostoli dove è scritto che nelle prime comunità cristiane si metteva in comune ciò che si possedeva, dice che questo è Vangelo puro e non comunismo, ecco il giornalista cristiano, e nemico di Francesco, pubblicare su internet un “sermone” dove accusa il Papa di attentare alla proprietà privata. Assurdo! E se papa Francesco indice per il mese di maggio un Rosario per chiedere a nostro Signore di liberarci da questa terribile pandemia, ecco il teologo laico e “progressista!” dire: «Pregare per chiedere in cambio qualcosa, mercanteggiare col Dio onnipotente, è qualcosa di spiazzante per la spiritualità contemporanea ». Nessuno crede a un dio che con la bacchetta magica libera l’umanità dal virus, ma se crediamo nell’azione dello Spirito Santo e alle parole di Gesù: «Chiedete e vi sarà dato», la preghiera serve eccome. E che dire delle divisioni all’interno delle parrocchie, tra cui anche la mia, dove ferventi cristiani e bravissime persone non riconoscono papa Francesco come ponte„ce e per loro l’unico vero Papa è ancora Benedetto XVI? Siamo forse tornati ai tempi delle prime comunità cristiane dove qualcuno era di Pietro e altri di Paolo? Vorrei dire ad alta voce “Basta!”. Non se ne può più di continui attacchi al Santo Padre. Ma ci rendiamo conto di quanto tutto ciò danneggia la Chiesa? E che testimonianza diamo a chi non crede se continuiamo a farci del male tra di noi?

ROSARIA BARBATO

Concordo pienamente con quanto scrivi. Le tue parole danno voce a quella maggioranza silenziosa che è davvero stanca di queste continue maldicenze contro il Papa. Che vengono da tutti i fronti. Certo, rimane giusto esprimere le proprie idee, anche quelle critiche. Ma troppo spesso c’è un eccesso di cattiveria, di malizia, di per- dia, che ben poco ha a che fare con il Vangelo. E si avvicina pericolosamente all’atteggiamento del divisore per eccellenza, il diavolo. In fondo, però, arrabbiarsi non serve. È meglio mantenersi sereni, come fa lo stesso Francesco, e non lasciarsi scoraggiare nel fare il bene, nel cercare il dialogo, anche all’interno delle nostre parrocchie.


11 giugno 2021

 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%