logo san paolo
mercoledì 04 agosto 2021
 

XX Domenica del T.O. - Domenica 17 Agosto 2014

Una donna cananea [...] si avvicinò e si prostrò dinanzi a lui, dicendo: «Signore, aiutami!». Ed egli rispose: «Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». «È vero, Signore – disse la donna –, eppure i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni». Allora Gesù le replicò: «Donna, grande è la tua fede! Avvenga per te come desideri». E da quell’istante sua figlia fu guarita.
Matteo 15,21-28

BUSSARE CON FEDE ALLE PORTE DEL CUORE DI DIO

Questa donna mi ricorda Abramo che insiste con Dio per salvare dalla distruzione la città di Sodoma. È una donna ritenuta indegna perché parte di un popolo idolatra. Ma, davanti a Gesù, apre il cuore e con fede grida il proprio dolore così che quel “pane”, segno della Provvidenza divina per tutti i popoli della terra, sia spezzato anche per lei. Sì, nel cuore di Dio c’è posto per tutti! Anzi, nel figlio suo Gesù, Dio fa posto prima di tutto ai peccatori che si rivolgono a lui.

I discepoli sono un po’ imbarazzati perché Gesù, inizialmente, alla donna non «rivolgeva neppure la parola». Sembrano messi a disagio dal fatto che c’è tanta gente, ma non il solito senso di rispetto attorno al Maestro. Questa donna grida, fa scene strazianti,ma Gesù non si cura di lei…

Tutti sanno che Gesù accoglie, ma questa volta non lo vuole fare, anzi insiste nel suo rifiuto: «Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa d’Israele». E questo sembra bastare ai discepoli, che escono di scena.

BRICIOLE D’AMORE.

È la donna che riprende a pregare e a ribadire le sue ragioni, la sua angoscia riguardo alla figlia «tormentata da un demonio». Ma Gesù non si arrende. E allora la donna confessa tutta la propria indegnità circa il miracolo che sta implorando.

Ma supplica perché le siano riservate “almeno le briciole dell’amore di Dio”! Tutti vorremmo sentirci dire quello che Gesù le ha detto: «Grande è la tua fede! Avvenga per te come desideri». È riassunto qui il senso di tutta la storia della salvezza, che è risposta sovrabbondante di grazia al desiderio dell’uomo: che ci sia un senso per tanta fatica e sofferenza, che Dio visiti e liberi il suo popolo, che la sua paternità sia il tesoro di cui fare esperienza… Che tutti gli idoli muti siano finalmente bruciati dall’amore di questo “Figlio di Dio” di cui tanto si parla.

I desideri più veri dell’umanità ferita Dio li conosce bene, li ha vissuti e sofferti nella carne di Gesù che ha atteso un ultimo grido, una confessione convinta riguardo alla sua “compassione” per noi. Questa donna ha bussato al cuore di Gesù e Gesù le ha mostrato quanto sconfinato è l’amore di Dio verso chi ha una speranza viva in fondo alla sua anima… I discepoli, usciti di scena, ci insegnano ciò che noi pure dobbiamo fare meglio e più di loro in simili circostanze.

Essi si rivolgono a Gesù per intercedere a favore della donna pagana, macedono presto. Sembrano poco convinti che occorre bussare perché si apra il cuore di Dio, che occorre insistere per ottenere (cfr. Mt 7,7), che occorre che la nostra fede manifesti grande saldezza in questa sua insistenza, soprattutto là dove c’è qualcuno che soffre. Noi sappiamo che proprio lì il Signore ci precede e sta in attesa che noi testimoniamo la nostra speranza e la nostra sollecitudine fraterna.


16 agosto 2014

I vostri commenti
5
scrivi

Stai visualizzando  dei 5 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%