logo san paolo
lunedì 04 luglio 2022
 

Così Bill Gates scuote i "bamboccioni"

Bill Gates
Bill Gates

In queste ore è super "condiviso" sui social, soprattutto tramite smartphone, e soprattutto su Facebook, da bacheca in bacheca, questo discorso "a punti" di Bill Gates. Il fondatore della Microsoft, e inventore dei software per tutti a livello planetario, l'ha pronunciato davanti ai ragazzi di un liceo, anche se forse non l'ha scritto lui. Poco importa. Vediamo quanti sono d'accordo, tanto o poco, con queste "provocazioni" che sembrano scuotere tanti ragazzi (non tutti, ovviamente, e per fortuna), in particolare quelli che pretendono tutto e subito, e di sacrifici manco a parlarne.
Lasciateci sul nostro profilo Facebook i vostri commenti:

Regola 1: la vita è ingiusta: abituatevi!

Regola 2: il mondo se ne frega della vostra autostima. Si aspetta che combinate qualcosa prima di applaudirvi.

Regola 3: non si guadagnano 60.000 euro l'anno una volta finita la scuola. Non avrete telefono e auto aziendale prima di aver meritato, guadagnato questi privilegi.

Regola 4:  se pensate che il vostro insegnante sia duro con voi, aspettate di avere un capo.

Regola 5: lavorare in una friggitoria (o posti simili) non significa "abbassarsi". I vostri nonni avevano una parola diversa per questo: la chiamavano "opportunità".

Regola 6:  se fate un pasticcio non è colpa dei vostri genitori. Smettetela di piagnucolare e imparate dai vostri errori.

Regola 7: prima della vostra nascita, i vostri genitori non erano così noiosi come lo sono ora! Sono diventati in questo modo:
* Per pagare le vostra bollette
* Per pulire i vostri vestiti
* A furia di ripetere all'infinito quanto siete bravi e intelligenti.
Quindi, prima di salvare le foreste pluviali dai parassiti della generazione dei vostri genitori, iniziare a pulire la vostra stanza e mettete in ordine tutto ciò che vi si trova.

Regola 8: in certe scuole sono stati aboliti i voti e i giudizi e vi sono state date delle opportunità per essere promossi: non è così nella vita reale

 Regola 9: la vita non è divisa in semestri. L'estate non è un periodo di ferie. E sono molto pochi i datori di lavoro disposti ad aiutarvi a farvi assumere, è vostra responsabilità.

Regola 10: la televisione non è "vita reale". Nella vita reale, le persone lasciano il caffè e vanno a lavorare.


02 settembre 2013

I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo