Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 29 maggio 2024
 
Libri, il buono e il cattivo Aggiornamenti rss Paolo Perazzolo
Responsabile del desk Cultura e spettacoli

Così il lupo salvò San Francesco

Un'illustrazione di Felice Feltracco.
Un'illustrazione di Felice Feltracco.

E se fosse stato il lupo a salvare san Francesco? Il sospetto lo adombra Chiara Frugoni, la storica considerata, a ragione, la massima esperta di san Francesco e del francescanesimo. In San Francesco e il lupo (Feltrinelli), illustrato in maniera suggestiva da Felice Feltracco, ci racconta una storia delicata e commovente.

C'era una volta un lupo che era il capo del suo branco. Diventato vecchio, il branco lo allontanò e si scelse un altro leader. Il vecchio lupo fu costretto a vivere da solo e ad avvicinarsi al mondo degli uomini per trovare qualcosa da mangiare. A causa dei "furti", gli uomini cominciarono ad odiarlo. Poiché correva la voce che un certo Francesco sapesse parlare agli animali, lo pregarono di aiutarli. Così san Francesco cominciò a vagare per i boschi, alla ricerca del lupo...

Non vi racconto tutto, altrimenti vi rovino il piacere della lettura. Dirò solo che il lupo e san Francesco si incontreranno, ma non nel modo in cui ci si potrebbe aspettare. E siamo sicuri che sia stato il santo ad ammansire l'animale? E se così è stato, siamo certi che il lupo non ha fatto proprio nulla per san Francesco?

Con questo post concludo la mia piccola trilogia francescana: iniziata con Gli alberi hanno il tuo nome di Alessandro Mari, continuata con Chiara d'Assisi di Dacia Maraini e conclusasi ora con San Francesco e il lupo di Chiara Frugoni.

C'è da sorprendersi se san Francesco continua a ispirare romanzi, saggi e favole? Non è lui - con l'incommensurabile Cantico dei cantici - il fondatore della nostra letteratura?

ps: questo post è dedicato a un "amico", che si chiama Francesco e sta soffrendo


14 ottobre 2013

I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo