Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 15 aprile 2024
 

È la compassione di Gesù il vero motivo dei miracoli

Mc 8,1-10 - Santa Scolastica, Vergine - Memoria (10 febbraio 2024) - 

Perché Gesù compie miracoli? Per attirare l’attenzione su di sé? Per farsi pubblicità? Per impressionare la gente? Niente di tutto questo. La pagina del Vangelo di Marco ce lo spiega in maniera chiara: “In quei giorni, essendoci di nuovo molta folla che non aveva da mangiare, chiamò a sé i discepoli e disse loro: «Sento compassione di questa folla, perché già da tre giorni mi stanno dietro e non hanno da mangiare. Se li rimando digiuni alle proprie case, verranno meno per via; e alcuni di loro vengono di lontano»”.

È la compassione il vero motivo dei miracoli. È la passione che Gesù ha per la vita concreta di ognuno. È questa la causa scatenante dei miracoli. C’è però da aggiungere anche un altro fatto: Gesù è disposto a compiere un miracolo ma a patto che noi facciamo tutto il nostro possibile. È questo il senso della richiesta di Gesù: “quanti pani avete?”. Chiedere a Dio di aiutarci senza capire che il primo modo di aiutarci di Dio è quello che possiamo fare con le nostre forze, ci condanna a vivere una fede magica, che oltre che non essere vera alla fine ci delude profondamente. Ecco allora che il Vangelo di oggi sembra chiederci di imparare a pregare in un modo nuovo: “Signore aiutaci! Cioè insegnaci a fare tutto il nostro possibile senza paura e senza scoraggiamenti, fiduciosi che ciò che manca al nostro possibile lo metterai tu”. Vedremo allora veri e propri miracoli, e li vedremo passare dalle nostre povere mani.

Vai alle LETTURE DEL GIORNO


09 febbraio 2024

 
Pubblicità
Edicola San Paolo