logo san paolo
sabato 24 febbraio 2024
 

Ama di più e usa una sovrabbondanza di misericordia

Luca 16,1-8 - San Leone Magno, papa e Dottore della Chiesa - Memoria (10 novembre 2023) - 

La parabola dell’amministratore disonesto raccontata da Gesù nel Vangelo di oggi sembra l’elogio della disonestà. Un uomo amministra i beni di un padrone molto ricco. Quest’ultimo decide di togliergli l’amministrazione perché ha saputo che per anni se ne è approfittato egoisticamente. Così l’amministratore per salvarsi dalla rovina, abbona una serie innumerevole di debiti del suo padrone per ingraziarsi il popolo dei creditori e trovare così accoglienza una volta finito in mezzo ad una strada.

Gesù chiosa questa storia con un’affermazione che lascia senza parole: “Il padrone lodò quell'amministratore disonesto, perché aveva agito con scaltrezza. I figli di questo mondo, infatti, verso i loro pari sono più scaltri dei figli della luce”. Perché tutto questo? Il padrone è ovviamente Dio, e la fine dell’amministratore ha a che fare con l’imminente avvicinarsi della morte.

Quando sai che ormai hai fatto molte cose sbagliate nella vita e che non puoi più cambiarle, in che modo puoi tentare di salvarti?

Gesù dice: amando di più, e usando una sovrabbondanza di misericordia. Questo amore e questa misericordia però non sono nostri, ma di Dio. Egli è contento quando distribuiamo il Suo Amore ovunque anche in maniera eccessiva, perché esso è infinito e in nessun modo possiamo realmente recare a Lui alcun danno. Quindi se pensi di aver fatto tante cose sbagliate nella vita e che non puoi più riaggiustare, comportati come quest’uomo: ama di più e perdona senza troppi calcoli sapendo che saranno proprio le persone che avrai amato e perdonato che ti salveranno nel giudizio finale.

Vai alle LETTURE DEL GIORNO


09 novembre 2023

 
Pubblicità
Edicola San Paolo