logo san paolo
sabato 24 febbraio 2024
 

Il paradiso Dio lo ha già nascosto nel nostro presente

Luca 17,20-25 - San Paolo della Croce, presbitero - Memoria fac. (16 novembre 2023) - 

«Il regno di Dio non viene in modo da attirare l'attenzione, e nessuno dirà: Eccolo qui, o: eccolo là. Perché il regno di Dio è in mezzo a voi!».

Se usassimo davvero le parole di Gesù come metro di giudizio per capire dove agisce Dio, allora dovremmo stare molto attenti a dare subito credito a tutte quelle esperienze di fede che attirano troppo l’attenzione e spettacolarizzano il sacro. Il modo ordinario attraverso cui Dio agisce è quello che dice Gesù: “senza attirare l’attenzione”. E aggiunge che Dio non dobbiamo attenderlo come un evento eclatante che prima o poi accadrà, ma come quel bene nascosto che è già presente e già sta agendo proprio adesso senza che riusciamo a rendercene conto fino in fondo.

È bello pensare che tutto quello che stiamo cercando non dobbiamo aspettarlo per riceverlo solo un giorno in paradiso. Ma che il paradiso Dio lo ha già nascosto in questo presente. È seppellito dalle cose di ogni giorno, sotto le macerie dei nostri dolori, delle cianfrusaglie delle nostre beghe, nel frastuono delle nostre preoccupazioni, sotto i tappeti della nostra mediocrità. “Il regno di Dio è in mezzo a voi”, è già qui. E anche se non lo vediamo con i nostri sensi, lo crediamo con la nostra fede.

Avere una vita spirituale significa perdere tempo per sintonizzarci con il regno di Dio che abita già questo presente, e lasciarsi educare dalla Sua presenza. Perché il regno di Dio non è un luogo, ma Qualcuno. È Gesù, è la Sua resurrezione in azione, è la Sua Presenza che salva, è il lievito che fermenta tutta la pasta, il sale che dà il sapore ad ogni cosa. Il regno di Dio è il motivo per cui vale la pena vivere. Se non siamo connessi a questo motivo allora in noi non agisce più la vita, ma la morte. Ecco perché più importante di ogni cosa non è programmare eventi, ma tornare ad imparare a pregare. La preghiera ci salva perché distrugge quella disperazione che rode la vita dal suo interno.

Vai alle LETTURE DEL GIORNO


15 novembre 2023

 
Pubblicità
Edicola San Paolo