Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 15 aprile 2024
 

Non puoi convertirti se non accetti di essere bisognoso di misericordia

Lc 5,27-32 - Sabato dopo le Ceneri (17 febbraio 2024) - 

Il tempo della Quaresima è certamente il tempo della conversione. Ma il tempo della conversione prima di essere il tempo delle nostre decisioni di cambiamento è il tempo della misericordia. Il Vangelo infatti ci insegna che ogni vera conversione nasce quando si fa l’esperienza di sentirci voluti bene come Levi. Un peccatore pubblico come lui non aveva molte speranze di riacquistare fama e fiducia. Gesù si fida di lui, lo chiama, lo provoca a seguirlo e lui accetta questo invito spalancando la sua vita a qualcosa di inedito. Il segno di questa apertura coincide con la disponibilità ad aprire la sua casa a Gesù.  La sua casa aperta diventa allora anch’essa un luogo di misericordia, ma questo turba gli scribi e i farisei che, come una parte interiore della mentalità di ciascuno di noi, fa fatica a comprendere che l’amore non bisogna meritarlo: “«Perché mangiate e bevete con i pubblicani e i peccatori?». Gesù rispose: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori a convertirsi»”.

Non puoi quindi convertirti se non accetti di essere peccatore. Non puoi guarire se non accetti di essere malato. Insomma prima ti accetti e prima cambi. Ma chi ha il coraggio di accettarsi? Solo chi si sente raggiunto dall’amore lì dov’è e com’è. Questa è la misericordia, e questo è il presupposto di ogni vera conversione.

Vai alle LETTURE DEL GIORNO


16 febbraio 2024

 
Pubblicità
Edicola San Paolo