logo san paolo
martedì 05 marzo 2024
 

La grande lezione di Natanaele/Bartolomeo: convertirsi dai propri pregiudizi

Giovanni 1,45-51 - San Bartolomeo Apostolo, Festa (24 agosto 2023) - 

Natanaele è in realtà l’apostolo Bartolomeo che oggi festeggiamo. Gesù di lui dirà di non avere mai incontrato un uomo così privo di falsità. È un complimento bello sentirsi dire di essere sinceri, con il cuore pulito. Eppure quest’uomo dalla bella umanità è anche colui che sentendo parlare di Gesù risponde con un pregiudizio sulla sua provenienza: «Da Nazaret può mai venire qualcosa di buono?».

Anche le persone migliori possono sbagliare. Anche chi ha il cuore pulito può essere ostaggio dei pregiudizi. Ma la santità consiste nell’imparare a cambiare idea. E Natanaele incontrando Gesù cambia idea. Qualcuno diceva che solo gli stupidi non cambiano mai idea. Sarebbe bello se ciascuno di noi si domandasse quante volte ha lasciato da parte i propri pregiudizi e si è lasciato stupire dalla realtà e dalle persone.

Ho personalmente molta paura di chi dice “raramente mi sbaglio! La mia prima impressione è quella giusta”. Questa fiducia eccessiva sul proprio apparato emotivo ci fa perdere molte cose buone della vita. Gesù, ad esempio, è uno di quelli di cui ne capisci la portata solo se metti da parte le prime impressioni. Egli infatti non era, come spesso raccontava la gente, un mangione, un beone, un profeta, uno che faceva miracoli, uno che metteva a tacere scribi e farisei. Gesù era il Figlio di Dio, cioè quella scala di cui Egli stesso parla nel Vangelo di oggi: “vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sul Figlio dell'uomo”. Ma bisogna rinunciare ai propri pregiudizi per accorgersene.

Ecco la grande lezione di Natanaele/Bartolomeo: convertirsi dai propri pregiudizi.

Vai alle LETTURE DEL GIORNO


23 agosto 2023

 
Pubblicità
Edicola San Paolo