logo san paolo
lunedì 04 marzo 2024
 

Il servizio è la maniera ordinaria con cui Gesù ha vissuto e inteso sé stesso

Matteo 20,20-28 - San Giacomo Apostolo, Festa (25 luglio 2023) - 

«Di' che questi miei figli siedano uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno». La raccomandazione della madre dei figli di Zebedeo mette al centro il grande tema dei primi posti. È inutile nasconderci dietro un dito ma tutti in fondo siamo felici quando la vita e gli altri ci mettono in una situazione di vantaggio. C’è però una logica nuova che Gesù introduce, una logica su cui ogni cristiano deve costruire le scelte concrete della propria vita: «I capi delle nazioni, voi lo sapete, dominano su di esse e i grandi esercitano su di esse il potere. Non così dovrà essere tra voi; ma colui che vorrà diventare grande tra voi, si farà vostro servo, e colui che vorrà essere il primo tra voi, si farà vostro schiavo; appunto come il Figlio dell'uomo, che non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la sua vita in riscatto per molti».

Chi vuole comandare deve imparare a servire! Cosa significa concretamente? È il faticoso cammino di imparare a gioire del bene degli altri, a valorizzare i loro talenti, a metterli in condizione di sentire di essere amati e a dar loro possibilità di sperimentare la gioia. Servire non è un invito al servilismo, ma un mettersi al servizio della felicità di chi ci è stato affidato. Se ad esempio chi ha responsabilità esercitasse il suo compito come un modo per valorizzare chi gli è sottoposto e non come un modo per spadroneggiare su di essi, allora quella persona si comporta come Cristo che pur essendo il Figlio di Dio ha passato la vita a valorizzare chiunque ha incontrato. Il servizio è la maniera ordinaria con cui Gesù ha vissuto e inteso sé stesso.

Vai alle LETTURE DEL GIORNO


24 luglio 2023

 
Pubblicità
Edicola San Paolo