Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 25 maggio 2024
 

Con la fraternità condivisa svaniscono le preoccupazioni e ci si lascia voler bene

Lc 24,35-48 - Giovedì fra l'Ottava di Pasqua (4 aprile 2024) - 

Mentre i discepoli sono insieme ecco che “Gesù in persona apparve in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!»”. Ci si aspetterebbe molta gioia e invece il Vangelo dice che erano stupiti e spaventati. Vorremmo credere al bene ma il male sembra avere argomenti più convincenti, così Gesù trova un argomento ancora più convincente: mostra loro che tutto il male che ha subito lo ha certamente segnato ma non lo ha vinto.

“«Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa come vedete che io ho». Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi”. Ancora però c’è qualcosa che resiste in loro, così Gesù completa l’opera con un gesto di disarmante fraternità: mangia davanti a loro. “Ma poiché per la grande gioia ancora non credevano ed erano stupefatti, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; egli lo prese e lo mangiò davanti a loro”.

La sofferenza vissuta e l’amicizia celebrata sono gli argomenti che Gesù Risorto usa per convincere l’incredulità dei discepoli. Infatti davanti al dolore cadono tutte le apparenze e rimane solo la verità. E davanti a ogni fraternità condivisa muoiono tutte le preoccupazioni di essere giudicati e ci si lascia voler bene.

Vai alle LETTURE DEL GIORNO


03 aprile 2024

 
Pubblicità
Edicola San Paolo