Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 15 aprile 2024
 

La vera fede è fidarsi di Dio quando tutto grida contro di Lui

Mc 7,24-30 - San Girolamo Emiliani - Mem. Fac. (8 febbraio 2024) - 

Partito di là, andò nella regione di Tiro e di Sidone. Ed entrato in una casa, voleva che nessuno lo sapesse, ma non poté restare nascosto”.

Questa annotazione iniziale in cui emerge un luogo geografico e un’indicazione di Gesù potremmo tradurla in un modo molto semplice: Gesù se ne va in un posto per staccare un po’. Ma non c’è vacanza per Lui, anche lì qualcuno lo intercetta e lo cerca. Questa volta è una madre straniera e disperata che prega Gesù in tutti i modi. Questa donna si sente rispondere in un modo così duro e offensivo che si fa fatica a credere che sia stato Gesù a dirle quelle parole: «Lascia prima che si sfamino i figli; non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini».

Perché Gesù reagisce in questo modo? La vera domanda è un’altra: che cosa produce una simile reazione? In me avrebbe prodotto rabbia e rigetto. In questa donna invece produce fede: «Sì, Signore, ma anche i cagnolini sotto la tavola mangiano delle briciole dei figli». Proviamo a tradurre questo dialogo in maniera esistenziale. Tante volte ci accadono cose terribili che sembrano in perfetta dissonanza con la bontà di Dio. Ci viene da ribellarci, ma se in quel momento invece di arrabbiarci con Dio ci abbandoniamo completamente a Lui, ecco allora che una misteriosa grazia emerge da quel buio e ci accompagna.

La vera fede non è sentire cose positive, o vivere eventi favorevoli; la vera fede è fidarsi di Dio quando tutto grida contro di Lui. «Per questa tua parola va', il demonio è uscito da tua figlia». Tornata a casa, trovò la bambina coricata sul letto e il demonio se n'era andato.

Vai alle LETTURE DEL GIORNO


07 febbraio 2024

 
Pubblicità
Edicola San Paolo