logo san paolo
domenica 22 maggio 2022
 

«Un Presidente della Repubblica all'altezza? Ci vorrebbe un sondaggio popolare!»

Scrivo queste poche righe per cercare di smuovere un po’ la politica dalle solite manfrine e l’occasione è quella della votazione prossima del Presidente della Repubblica. Mi chiedo se è mai possibile che a proporlo siano sempre i partiti senza un minimo di indagine popolare, che rileverebbe una sicura repulsione verso uomini di partito troppo lontani dalla gente comune. Non è stato il caso di Sergio Mattarella, proveniente da un partito ormai distrutto da troppi galoppini arrembanti ma i cui ideali di partenza sono ancora validi. Ci vorrebbe un sondaggio popolare che metta in luce persone di statura morale elevata che purtroppo scopriamo dopo che se ne sono andati, come il professor Pietro Carmina di Ravanusa. Personalmente proporrei Maria Pia Bonanate. Sarebbe troppo rivoluzionario? Ma sono sicuro che in giro per l’Italia ci siano ancora molte persone. RENATO SGARBOSSA

Il Presidente della Repubblica viene eletto dal Parlamento in seduta comune a cui si aggiungono tre delegati per ogni Regione (tranne la Val D'Aosta che ne ha uno). Sono i rappresentanti del popolo, quindi di ciascuno di noi. I sondaggi popolari sono a mio parere belli e giusti sulla carta, ma rischiano di far passare persone improbabili, attori, cantanti, presentatori (con tutto il rispetto per le loro professioni).Il Presidente deve essere un uomo fedele alle istituzioni, che rappresenti l’unità del Paese. Ho ricevuto anche altre lettere su questo argomento, che esprimono il loro forte dissenso su alcune candidature. Penso che ci siano persone che hanno ormai perso il senso del ridicolo. Auspico un’impennata di responsabilità da parte di tutte le forze politiche, per vincere le logiche interessate e individuare una persona davvero adatta al ruolo.


28 gennaio 2022

 
Pubblicità
Edicola San Paolo