logo san paolo
lunedì 16 maggio 2022
 
Lo sport... in Famiglia Aggiornamenti rss Carlo Nesti
Giornalista e scrittore

I lunghi rigori della Coppa d’Africa

La Costa d’Avorio ha battuto per 9-8 il Ghana, dopo una lunga serie di rigori, e Gervinho è stato uno dei grande trascinatori della squadra, mancando molto alla Roma di questo periodo. Anche in Coppa d’Africa, la tensione è stata una sgradita protagonista, visto che la semifinale Ghana-Guinea Equatoriale è stata interrotta, per tafferugli fra i tifosi. Il fatto che il Marocco sia stato squalificato per 2 edizioni, non avendo voluto ospitare la manifestazione per i pericoli provocati dal virus di Ebola, mi lascia perplesso. Ritengo che, ormai, il calcio non possa più pretendere di vivere sotto una campana di vetro. Quando era un gioco, poteva averne i diritti, ma ora che è ben altro, a livello planetario, deve fare i conti con la realtà, che lo circonda. Occorre buon senso: guai a cancellarne l’autonomia, che spesso ha consentito riavvicinamenti straordinari fra popoli, razze e religioni, ma guai anche a mantenere in vita lo slogan “the show must go on” a tutti i costi. Credo che le soluzioni di compromesso, tipo cambiare sede, ma senza squalificare il Marocco, che si era posto scrupoli fondati di livello sanitario, non siano una vergogna, ma un vanto delle persone intelligenti.


14 febbraio 2015

 
Pubblicità
Edicola San Paolo