Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
venerdì 19 aprile 2024
 
I consigli salute di BenEssere Aggiornamenti rss BenEssere / La salute con l'anima a cura di Giuseppe Altamore

Il futuro della sanità, la lezione della pandemia

«Anche se il Servizio sanitario nazionale (Ssn) è stato fondamentale per la lotta alla pandemia – guai se non ci fosse stato – la tragedia del Covid-19 ha rappresentato una scossa che ha evidenziato molte carenze e ha suggerito a molti la necessità di un futuro diverso per il Ssn», scrive il professor Silvio Garattini, collaboratore di BenEssere, nel suo ultimo libro Il futuro della nostra salute. Il Servizio sanitario nazionale che dobbiamo sognare (Edizioni San Paolo, 176 pagine, 17 euro). Nel suo volume, il professor Garattini approfondisce le ragioni delle carenze che mettono a rischio il servizio pubblico, una conquista relativamente recente che ha soppiantato l’iniquo sistema basato sulle mutue.

Di fronte a una popolazione che invecchia sempre di più, il tema della prevenzione è fondamentale su un duplice versante: la longevità in buona salute e il risparmio notevole di risorse economiche destinate alle malattie croniche degli anziani. «Purtroppo, la stragrande maggioranza delle malattie avviene oltre i 65 anni ed è molto influenzata dagli stili di vita dei periodi precedenti, spesso a partire dall’infanzia. Manca completamente la percezione della salute come un bene che si riflette sulla sostenibilità del Ssn», precisa il professor Garattini. Un punto che richiama la nostra responsabilità personale. A partire dalla medicina della prevenzione e da altri importanti interventi organizzativi, senza dimenticare la lotta allo spreco e alla corruzione, potremmo davvero far rinascere il Ssn dalle ceneri della pandemia puntando a un futuro più sostenibile per tutti.

Il futuro della nostra salute. Il Servizio Sanitario Nazionale che dobbiamo sognare

«Anche se il Servizio Sanitario Nazionale è stato fondamentale per la lotta alla pandemia - guai se non ci fosse stato - la tragedia del Covid-19 ha rappresentato una scossa che ha evidenziato molte carenze e ha suggerito a tutti la necessità di un futuro diverso


30 marzo 2021

 
Pubblicità
Edicola San Paolo