logo san paolo
martedì 03 agosto 2021
 

Santi Pietro e Paolo - Domenica 29 Giugno 2014 -

Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».
Matteo 16,13-1

IL MISTERIOSO CAMMINO CHE CI FA AMARE IL SIGNORE

Nel nostro seguire Gesù non possiamo permetterci di avere di lui una conoscenza generica. Dobbiamo lasciarci intercettare dalla sua domanda: «Ma voi, chi dite che io sia?». E lasciare che, come a Pietro, lui stesso si manifesti a noi nel suo speciale rapporto con il Padre, e così apra la nostra mente e il nostro cuore a una “visione” chiara del suo progetto d’amore. Gesù è la via che conduce al Padre. E il Padre stesso si manifesta in lui.

È l’assiduità nel nostro “rimanere” con Gesù a renderci suoi confidenti, “capaci” di ricevere una “rivelazione” che è al cuore stesso del Vangelo. La domanda «Chi sono io per te?» che Gesù ha pronunciato con singolare intensità d’affetto, attende da noi una risposta di fede altrettanto affettuosa. In realtà, noi potremo rispondere secondo verità alla domanda su Gesù se gli vogliamo bene, se viviamo con lo sguardo rivolto a lui come alla sorgente delle verità e motivazioni più profonde della nostra vita.

IL PADRE HA PARLATO

Pietro, come gli altri apostoli, attendeva il riscatto di Israele dalla sottomissione alle potenze estranee a Dio: Dio solo è la guida, il Padre di Israele. Pietro intuisce che tutto ciò risplende sul volto di Gesù che sente di amare, “vede” che in lui c’è la promessa messianica portata a compimento. Sì, Pietro resterà abbagliato dal mistero della croce e rinnegherà Gesù fatto «servo sino alla morte», ma ora è l’affetto a prevalere, così che si sente di dire: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».

Sono parole che possono commuoverci, per due ragioni. La prima è che Pietro è un povero pescatore coraggioso e pieno di zelo per il Signore: vuole conoscere Gesù come anche lui è conosciuto da Gesù, e lo vuole amare e scegliere così come da lui è stato amato e scelto. La seconda ragione è decisiva rispetto alla prima: «Beato sei tu, Simone, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli». Gesù riconosce che in Pietro ha parlato il Padre: l’affetto che Pietro ha per lui lo ha coinvolto così profondamente che il Padre adesso si serve dello stesso Pietro per dire a noi ciò che non dobbiamo supporre con troppa facilità di sapere: «Tu sei il punto culminante della storia di Israele e in te tutto l’amore di Dio si è concentrato, ora si manifesta e sempre si manifesterà ».

Ecco come Pietro conosce Gesù: per la grazia di Dio che gli è stata donata. E noi? Noi siamo ancora immersi in quel misterioso cammino che ci fa amare il Signore e ci abilita a dire al mondo che non c’è salvezza se non in Gesù! In questo e per questo siamo nella Chiesa, siamo fondati sulla roccia di Pietro che salda rimane per la fede in Gesù crocifisso e risorto.


26 giugno 2014

I vostri commenti
4
scrivi

Stai visualizzando  dei 4 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%