logo san paolo
lunedì 13 luglio 2020
 
Votantonio Aggiornamenti rss Francesco Anfossi - Votantonio

Il nemico pubblico numero uno di Matteo Renzi

Se è vero che la politica ha sempre bisogno di un nemico, ecco che Matteo Renzi ne ha scelto uno dentro i suoi confini: quella blasonatatissima minoranza del Pd (da D’Alema a Cuperlo, da Letta a Fassina, dalla Bindi a Bersani) che mette ripetutamente nell’angolo insieme alla Cgil, un tempo sindacato collaterale ai postcomunisti. La ragione è abbastanza semplice: non potendo attaccare frontalmente la destra moderata, poiché ambisce a intercettarne i voti, preferisce prendersela con quella sinistra postcomunista che lo vorrebbe morto. Finora la strategia ha avuto successo.

Nel videoforum Tv su Repubblica la definisce “masochista”. In Liguria, dice, “ha chiesto le primarie e le ha perse e anziché accettare il risultato, ne ha scelto uno contro quello ufficiale del Pd, e lo fa per far vincere Toti”. Insomma, quella sinistra che permette a Forza Italia “di essere rianimata”. D’Alema, poi, è il suo punching ball preferito. Un po' come i comunisti per Berlusconi. Sentitelo: "Non è che siccome non c'è D'Alema non c'è sinistra, non è che 'se non ci sono io non c'è sinistra'. Questo gruppo dirigente è plurale, il fatto che non ci sia D'Alema mi spiace per D'Alema, ma non per il Paese. Abbiamo cambiato passo dentro gruppo dirigente, serve una nuova sinistra per un nuovo futuro del Paese". Fine della storia.

Del resto all'ex sindaco di Firenze, accusato di aver trasformato Palazzo Chigi in Palazzo Vecchio per la nuova nomenklatura che si è portato dietro, non mancano le figure del vecchio Pd che sono salite sul “cargo” (con la g) del vincitore: Martina, Orfini, Orlando, Fassino, Franceschini, lo stesso Veltroni, anche se ultimamente si defila e si dà al cinema.  

Post scriptum: Pippo Civati, simpatico esponente della "minoranza" con spinello in tasca, lascia il Pd e vola verso altri lidi, probabilmente la Sel di Vendola. Credo sia la notizia dell’anno. Precedenti analoghi: Winston Churchill, Rossana Rossanda e Luigi Pintor, Ramsey MacDonald, Seneca, Cicerone, Temistocle.   


12 maggio 2015

I vostri commenti
4
scrivi

Stai visualizzando  dei 4 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%