Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 14 aprile 2024
 
Diario da Auschwitz Aggiornamenti rss Noemi Giannelli
Studentessa del Liceo di Scienze Umane Alpi-Montale di Rutigliano (Bari)

In giro per Cracovia

I ragazzi di varie scuole pugliesi in un momento di conoscenza della città di Cracovia.
I ragazzi di varie scuole pugliesi in un momento di conoscenza della città di Cracovia.

Il 13 gennaio, seconda giornata del nostro viaggio studio, abbiamo avuto la sveglia presto, la colazione offerta dall’ostello e poi... subito fuori per iniziare il giro turistico di Cracovia!

Siamo stati accompagnati dalla nostra guida, Justine, una donna di origini polacche che negli anni ha studiato Italiano. Nell aprima parte della giornata ci ha portati nella città vecchia, per poi arrivare alle spalle di quella che era la casa di Amon Göth, un funzionario tedesco, in un luogo in cui si trovava un vecchio campo di concentramento.

Successivamente, abbiamo avuto qualche ora di pausa durante la quale abbiamo pranzato, comprato qualche souvenir e passeggiato per il centro  della città.

La sera, prima di cena, abbiamo affrontato un ulteriore visita della città, molto interessante, questa volta teatralizzata. Ci spostavamo in giro per la città, fermandoci ogni tanto, incontrando diversi attori che interpretavano persone dell’epoca del pre- e del dopoguerra.

Dopo cena abbiamo avuto la sera libera, alcuni di noi hanno continuato a passeggiare, altri sono tornati in ostello, sapendo che il giorno dopo ci saremmo dovuti svegliare presto.


14 gennaio 2024

 
Pubblicità
Edicola San Paolo