logo san paolo
martedì 30 novembre 2021
 
Il caso della settimana Aggiornamenti rss Associazione Don Giuseppe Zilli

Invalido civile, sposato, con due bambini, rischia di perdere la casa

FILIPPO, 45 anni, sposato e padre di due bambini di 10 e 13 anni. Colpito da grave patologia ossea al femore (osteonecrosi) trattata chirurgicamente con protesi all’anca bilaterale, è stato riconosciuto invalido civile con una riduzione permanente all’attività lavorativa del 75%. Iscritto nella lista delle categorie protette, l’uomo è occupato come impiegato part-time, ma la sua attività lavorativa è stata limitata da ciclici trattamenti riabilitativi e controlli medici, che hanno dissanguato pure l’economia familiare. Inoltre, Filippo ha lo stipendio decurtato dalla restituzione dei prestiti bancari aperti per una pesante posizione fiscale debitoria ereditata dal padre. Non riuscendo più ad onorare il mutuo e le utenze, ora rischia anche di perdere la casa in cui vive.


14 gennaio 2021

 
Pubblicità
Edicola San Paolo