logo san paolo
giovedì 23 settembre 2021
 

IV DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO A) - 30 MARZO 2014

Gesù seppe che l’avevano cacciato fuori; quando lo trovò, gli disse: «Tu, credi nel Figlio dell’uomo?». Egli rispose: «E chi è, Signore, perché io creda in lui?». Gli disse Gesù: «Lo hai visto: è colui che parla con te». Ed egli disse: «Credo, Signore!». E si prostrò dinanzi a lui.
Giovanni 9,1-41

UN INCONTRO CHE TRASFORMA LA VITA


Nell’ascoltare il racconto del cieco nato ci troviamo tra le mani quel “tesoro” nascosto nel campo per il quale vale la pena di mettersi in gioco e di “perdersi” (cfr. Mt 13,44).
In realtà il Vangelo interroga sempre la nostra vita: potremmo rispondere in modo elusivo, ma ci accorgeremmo di essere dei mediocri, di non volerci prostrare come fa il cieco guarito davanti a Gesù, il Signore per il quale il mondo può anche “buttarci fuori” e trattarci come “nati nel peccato”.

In realtà che cosa ci perderemmo? La domanda andrebbe rivolta ai martiri di ieri e di oggi. E questa sarebbe la risposta: perderemmo sì la vita,ma guadagneremmo la vista, la capacità cioè di accorgerci che nell’“uomo chiamato Gesù” «sono nascosti tutti i tesori della sapienza e della conoscenza».

Di Gesù il mondo dice che «è un impostore» e lo fa con parole e scelte che distruggono la dignità dell’uomo;maGesù è venuto «perché coloro che non vedono, vedano e quelli che vedono, diventino ciechi». Solo accanto a lui le cose cambiano: tornano a essere vere e belle, come appena uscite dal cuore e dalle mani di Dio!

IL PREZZO DELLA VERITÀ.
Il discepolo impara a proprie spese qual è il prezzo della verità negata quando, guardandosi attorno, vede ingiustizie e sofferenze o quando, guardando dentro di sé, asseconda la tentazione di fuggire e di ritirarsi in una fede troppo intimistica e nascosta per fare di lui «la luce del mondo » (Mt 5,14). Ma il discepolo sa che proprio questo intende Gesù quando, parlando di sé, dice: «Finché io sono nel mondo, sono la luce del mondo».

E ancora, racconta sempre Giovanni, «detto questo, Gesù sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò il fango sugli occhi del cieco e gli disse: “Va’ a lavarti nella piscina di Sìloe”». Gesù dà così forma all’uomo nuovo, al credente che lontano dalla verità del Vangelo si perde, mentre seguendo lui e lasciandosi trasformare ritrova sé stesso e viene riconosciuto da tutti come uno al quale si può domandare conto dell’avventura che ha vissuto e del bene che ne ha tratto: il cieco che si è lavato gli occhi resiste ai farisei e dice la verità parlando dell’incontro che lo ha trasformato, così come il battezzato, immerso nella vita di Gesù, vive nel mondo una verità grande perché fonte di salvezza: «Prima ero cieco ed ora ci vedo; questo io so: l’uomo che si chiama Gesù è un profeta.

Mi ha aperto gli occhi, viene da Dio, è il Figlio dell’uomo» sulle cui spalle c’è il “peso leggero” (cfr. Mt 11,30) della verità che Dio stesso vuole ristabilire al di là di ogni errore e peccato e a tutti perdona perché tutti vedano e vivano del suo amore misericordioso. Se questa “trasformazione” toccherà anche noi, avremo trovato quel tesoro per il quale perdere tutto è il vero guadagno dell’uomo che cerca e trova verità e giustizia, speranza e misericordia, pace e autentica gioia.


26 marzo 2014

I vostri commenti
5
scrivi

Stai visualizzando  dei 5 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%