logo san paolo
giovedì 20 gennaio 2022
 

L'Europa della moneta unica senza identità non va lontano

Non ho avuto figli perché non ho trovato un posto di lavoro. E ancora oggi vivo con mia madre. Volevo un suo parere sul fatto che in Italia e in Europa si è diffusa la cultura di non fare figli, visto che non si può offrire loro una vita dignitosa. Con il risultato che in Italia la popolazione diminuisce di centomila unità all’anno e in Germania quasi del doppio. Nel frattempo, subiamo l’invasione di orde di musulmani che sono molto prolifici anche in situazioni di degrado economico. Mi chiedo: dove stiamo sbagliando noi occidentali?

SALVATORE

Il nostro errore è stato aver ammainato le vele della civiltà occidentale, rinunciando a quei valori fondanti che hanno tenuto insieme il Paese e lo stesso continente. Un’Europa che non ha alcuna identità e si basa solo sulla moneta unica, è terreno fertile per qualsiasi scorribanda. L’assenza poi di vere politiche familiari ha reso il continente sterile, vecchio e rassegnato, perché privo di quella vitalità che possono fornire solo le nuove generazioni. Un tempo il mondo sembrava ruotare attorno all’Europa, oggi l’attenzione è rivolta altrove, verso Paesi più giovani. La stessa Chiesa non è più eurocentrica, come ci ha dimostrato l’elezione di papa Francesco, che i cardinali hanno scelto ai confini del mondo.


28 gennaio 2016

I vostri commenti
27

Stai visualizzando  dei 27 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo