Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 19 maggio 2024
 

La preghiera quotidiana mi dà forza e serenità

In poche righe riassumo la mia vita. Sono la prima figlia e i miei volevano un maschio. Poco apprezzata e poco amata da tutti (genitori, zii ,nonni). Infanzia e adolescenza passate vivacchiando senza interessi, stimoli e amicizie. Mi sono sposata e ho vissuto dieci brutti anni di incomprensioni familiari. Avevo un lavoro che non mi piaceva ma che ho fatto con tutto l’impegno e l’entusiasmo di cui ero capace. Unica cosa positiva erano i figli e la casa che ci siamo fatti con tanti sacrifici. E allora qual è la cosa positiva? Dopo la pensione ho cominciato a pregare meglio, a recitare le Lodi ogni mattina, le preghiere del giorno, le preghiere a sant’Antonio e a santa Rita, a partecipare alla Messa, in certi periodi tutti i giorni, e a ricevere l’Eucaristia. Dopo queste preghiere, fatte con impegno, mi sono accorta che le giornate passavano e passano lisce, pur con i problemi (che ci sono). È come se Qualcuno togliesse le pietre che si incontrano nella via. È come se avessi una speciale serenità che mi fa vivere in pace con me stessa e con gli altri. È una vita nuova che non avevo mai provato che mi dà un po’ di gioia. Un po’ di gioia perché ho tre figli e tre nipotini lontani e vado incontro a una vecchiaia di solitudine. Spero però che la preghiera quotidiana mi dia sempre la forza di pensare bene e di vivere serena. Consiglio a tutti di pregare perché la serenità interiore non si compra.

NONNA ANNA


21 dicembre 2018

 
Pubblicità
Edicola San Paolo