logo san paolo
sabato 28 maggio 2022
 
Lo sport... in Famiglia Aggiornamenti rss Carlo Nesti
Giornalista e scrittore

La sottovalutazione del vivaio italiano

Nella sessione del mercato del calcio, i 2/3 degli acquisti sono rappresentati da stranieri, a dimostrazione del fatto che l’”orso calcio” perde il pelo, e cioè i soldi, ma non il vizio.
Fino agli ultimi Mondiali, erano appena 4 i giocatori delle ultime Nazionali Under 21 sbarcati nella Nazionale A: Perin, Verratti, Insegne e Immobile.
Un passo avanti è stato compiuto con la riforma della Figc del 20 novembre, che riduce a 25 giocatori le rose di Serie A, con 8 posti a disposizione dei giovani.

Purtroppo, non si trova l’accordo sul nuovo campionato riserve, perché la Lega Pro teme di essere danneggiata, in termini di visibilità e di interesse. In sostanza, si procede troppo lentamente, a passo di lumaca, mentre gli altri paesi hanno già un consistente vantaggio.
Sarà anche vero che certi stranieri costano meno, ma il caso dell’Inter, che cede i Bonazzoli e i Duncan, prodotti del vivaio, dopo avere ceduto tutti i mini-campioni, allevati da Stramaccioni, è veramente emblematico.


04 febbraio 2015

 
Pubblicità
Edicola San Paolo