logo san paolo
venerdì 03 febbraio 2023
 
Lo sport... in Famiglia Aggiornamenti rss Carlo Nesti
Giornalista e scrittore

La svolta di Renzi e Malagò: sport nelle elementari

Ciò, che dovrebbe essere normale in ogni paese del mondo per la crescita delle persone, in Italia rischia di passare alla storia. Nella riforma scolastica del premier Renzi, finalmente, si parla, con la spinta del presidente del Coni Malagò, di educazione motoria nelle scuole elementari. Sarebbe un piccolo, ma fondamentale passo avanti, per far fronte ad una situazione imbarazzante.

L’Italia, che discute tanto di sport, e che pratica, a proprie spese, lo sport nell’età adulta, è all’ultimo posto in Europa in campo scolastico. In 13 anni di scuola, appena 500 ore di educazione fisica, contro le 1500, ad esempio, di Francia e Inghilterra. Un bambino su 3 è in sovrappeso, ma, soprattutto, viene sottovalutato il valore educativo dello sport di base.

Sviluppo della volontà, e spirito di sacrificio, come ricchezze interiori, che i ragazzi si porteranno dietro dappertutto; rispetto dell’avversario, che è rispetto del prossimo; rispetto del regolamento, che è rispetto della legge; spirito di gruppo, in campo, come nella famiglia e nel lavoro; e cultura della sconfitta, prima della cultura della vittoria, e cioè sconfitta non come fallimento, ma come occasione per correggere gli errori, e migliorarsi.


16 marzo 2015

 
Pubblicità
Edicola San Paolo