Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
venerdì 24 maggio 2024
 
Il caso della settimana Aggiornamenti rss Associazione Don Giuseppe Zilli

La violenza disumana e l'indifferenza colpevole l'hanno distrutta

MARGARET, 28 anni, ha superato il deserto, è stata reclusa in Libia e ha attraversato il mare. Durante il viaggio ha più volte rischiato la vita e nel centro libico ha subito ripetute violenze sessuali, fisiche e psicologiche. È stata vittima di sfruttamento della prostituzione. Non riesce a parlare di ciò che ha subito perché è troppo ferita nel cuore. Il figlio di 2 anni, che con coraggio ha tenuto, è affetto da una anemia falciforme ereditaria. Quando ha la febbre alta deve essere ricoverato d’urgenza per una trasfusione di sangue. Finalmente Margaret ha trovato un “porto sicuro” e persone che l’amano. La casa di accoglienza che l’assiste ci chiede un aiuto per restituire dignità a Margaret e serenità ad entrambi


09 febbraio 2023

 
Pubblicità
Edicola San Paolo