logo san paolo
venerdì 24 settembre 2021
 

Le famiglie e la crisi

In questo periodo di tagli all’occupazione, lavori precari, aumento di tasse e tariffe, il peso della crisi si sta scaricando sulle famiglie. Ma nessuno fa nulla di concreto per aiutarle. Solo chiacchiere. Il Presidente del Consiglio che è buon cattolico, e il ministro per la Cooperazione internazionale e l’integrazione, con delega per la famiglia, fanno ben poco. Nonostante l’impegno della Chiesa, non ci sono proposte concrete a sostegno della famiglia. Anche i sindacati e i politici fanno finta di nulla. Si è appena svolto il Festival della famiglia 2012 a Trento, cui ha partecipato anche lei. Mi auguro che abbia sollecitato il Governo a prendere misure concrete per le famiglie, con equità e giustizia. Un’ultima cosa, infine: perché nella rubrica “In tutta confidenza” non intervistate anche persone “normali” come un disoccupato, anziani, studenti e casalinghe? Anche loro avrebbero storie interessanti da raccontare. A mio parere, sarebbe più in coerenza col giornale.

Luigi C.

Se sei un lettore abituale, avrai notato che non manchiamo occasione per richiamare l’attenzione di chi ci governa a sostenere la famiglia. E a considerarla come la cellula fondamentale della società. Da cui non si può prescindere, pena il declino del Paese. Non abbiamo atteso il Festival della famiglia di Trento per intervenire al riguardo. Ogni giorno per noi è buono. Fino a quando una mentalità “amichevole” verso la famiglia non prenderà piede nel Paese. Ma concretamente. Non solo a parole o con promesse. Cambiando tema, poi, di storie di persone “normali” ne puoi trovare diverse sulla rivista. In modo più approfondito di quanto avviene, con brevi domande, nella rubrica “In tutta confidenza”.


27 novembre 2012

I vostri commenti
3
scrivi

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%