logo san paolo
lunedì 21 giugno 2021
 

Libertà di parola o di offesa?

Apprezzo i suoi editoriali e le sue risposte. Non mi ha soddisfatto, però, quanto ha scritto su Putin e le ragazze Pussy Riot. È giusto pretendere rispetto per il sentimento religioso di tutti. Ma nella lettera del lettore traspariva una certa soddisfazione per la condanna delle ragazze. Ora, tra il rispetto dei sentimenti religiosi e la difesa di uno Stato autoritario c’è una bella differenza. Si corre il rischio di essere percepiti come alleati del potere. Non credo che la protezione di un regime dittatoriale sia la migliore difesa dei valori religiosi. Sarebbe una strada pericolosa. L’abbiamo già sperimentata in passato. La Chiesa non ha bisogno di protezioni politiche. Il rispetto le viene dalla sua azione accanto ai poveri. La libertà è un bene troppo prezioso per essere barattato.

Francesco D. - Trento

Voglio chiarire subito che aver evidenziato che le Pussy Riot offendevano il sentimento religioso, oltretutto in un luogo sacro come la basilica Santo Salvatore a Mosca, non vuol dire giustificare condanne eccessive o regimi autoritari. Molti mezzi di informazione hanno, giustamente, stigmatizzato il duro intervento della polizia. E hanno appoggiato la battaglia per la libertà di pensiero in un Paese poco favorevole a chi dissente e contrasta il potere. Ma la libertà di parola non è libertà di offesa del sentimento religioso. Sono d’accordo con te, invece, sul fatto che la Chiesa deve fondare la sua autonomia non su appoggi politici. Ma sul suo messaggio di verità.


22 novembre 2012

I vostri commenti
11
scrivi

Stai visualizzando  dei 11 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%
    PAROLA E PREGHIERA
    € 33,60 € 33,50
    VITA PASTORALE
    € 29,00
    GAZZETTA D'ALBA
    € 62,40 € 53,90 - 14%