logo san paolo
sabato 28 maggio 2022
 

L’indice UV

Clima e salute

Allo scopo di quantificare il rapporto tra l’esposizione ai raggi ultravioletti (UV) e il livello di rischio per la nostra pelle e i nostri occhi, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e l’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM) suggeriscono l’impiego dell’”indice UV”.
L’indice esprime, in una scala da 1 a 12, la presunta dose di raggi UV che raggiunge il nostro corpo, tenuto conto della concentrazione attuale di ozono stratosferico, della latitudine, longitudine e altitudine del luogo, del giorno e del mese, dell’ora del giorno e dello stato del cielo. Sulla base dell’indice è posbbile stabilire, per ogni fototipo, il rischio di danni alla pelle (vedi tabella sotto).

tabella uv

Sulla base di tale indice si può anche stabilire, per ogni tipo di pelle, quanti minuti si può stare esposti al solo senza subire danni e quali e le eventuali protezioni da impiegare ( vedi tabella sotto).


raccomandazioni_uv Nella Fig. 1 è riportato il valore dell’indice previsto per il giorno 9.7.2011 in Italia dal sito europeo http://www.woitalia.it/weather/maps/forecastmaps


20 luglio 2011

 
Pubblicità
Edicola San Paolo