logo san paolo
sabato 27 novembre 2021
 
Lo sport... in Famiglia Aggiornamenti rss Carlo Nesti
Giornalista e scrittore

Mancini in bici a Santiago di Compostela?

La promessa, da parte di Mancini, di andare in bicicletta a Santiago de Compostela, in caso di terzo posto dell’Inter, mi consente una riflessione, magari “bacchettona”, ma sentita. Da quando è cresciuta la mia consapevolezza di cristiano praticante, le preghiere di richiesta, rivolte a Dio, alla Madonna, e ai Santi, si sono ridotte del 99,9 per 100.

Se avvengono, riguardano gli altri, e la mia condizione psico-fisica. Nello sport, io, che ero un consumatore esagerato di “Padre Nostro”, prima di scendere in campo, mi sono convertito ad un’altra filosofia. Che senso ha, dinanzi al prossimo, chiedere una vittoria, che renderebbe felice me, ma infelice chi perde?

Io spero che i tanti giocatori che pregano, prima di cominciare le partite, lo facciano domandando a Dio di non farsi male, e questo lo accetto. La promessa di Mancini sarebbe un ringraziamento, e anche ciò è ammirevole, ma se prima del ringraziamento c’è la preghiera di richiesta del terzo posto, suggerisco: per favore, preghiamo per cose più importanti!


03 gennaio 2015

 
Pubblicità
Edicola San Paolo