Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
venerdì 19 aprile 2024
 

«Niente più guanti per la Comunione!»

Egregio direttore, vorrei proporle qualche riflessione sull’uso dei guanti nella distribuzione della Comunione. Per me è un errore, in quanto i guanti che hanno toccato il Signore poi vanno al macero. Questo non va preso alla leggera, poiché c’è di mezzo una sostanza “teologica”; ed è un gesto inutile in quanto il sacerdote prima si igienizza le mani. Queste però sono le regole volute dalla Cei in accordo col governo; anche se occorre andare oltre e guardare all’Eucarestia pane di vita.

MARIO CECCARINI - Fermignano (Pu)

Su precisa richiesta della Cei, dal 23 giugno non sono più obbligatori i guanti monouso per la distribuzione della Comunione. Lo ha precisato una nota del ministero dell’Interno, da cui venivano le norme precedenti. In realtà i guanti, così come le mascherine e i prodotti igienizzanti, si potevano considerare, ha scritto il teologo Pino Lorizio, segni della passione che abbiamo vissuto: «La liturgia non è avulsa dalla vita di ogni giorno e ci presentiamo al Signore con tutti i nostri limiti e le nostre fragilità, ma anche con tutti i tentativi che mettiamo in atto per proteggere noi stessi dalla contaminazione, ma anche per proteggere gli altri e la loro salute fisica». Nello stesso dono straordinario dell’Eucaristia il Signore si abbassa fino a noi, si rende disponibile e fragile, perché ci lasciamo invadere dalla sua grazia, trasformare dal suo amore. I guanti, infine, a mio parere erano più dannosi della semplice igienizzazione delle mani. Infatti il contatto poteva avvenire comunque e i guanti si sarebbero dovuti cambiare più volte.


06 agosto 2020

 
Pubblicità
Edicola San Paolo