Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
venerdì 24 maggio 2024
 

Qual è la libertà vera?

Approfondiamo attraverso la Parola di Dio, tre parole chiave di questo viaggio del cuore: fede, verità e libertà.
Gesù dice: Io sono la via, la verità e la vita, dunque se incontriamo Gesù attraverso la sua Parola, le parole che ha detto, ma anche le opere che ha vissuto come modello per ogni discepolo, diventa “la via” per incontrarlo come verità e avere vivere in pienezza. Ma non tutti hanno il dono della fede, anche se la cercano, la fede è un dono che non sempre arriva.

Il Concilio Ecumenico Vaticano II in due documenti - Lumen Gentium e Gaudium et Spes ai numeri 16 - ci dicono che le persone che sono veramente “impedite senza colpa” al dono della fede possono comunque raggiungere la salvezza attraverso il loro credo, per l'area geografica in cui sono nate, oppure attraverso la “retta coscienza”, perché per noi la coscienza, nella ricerca autentica della verità, è il sacrario del cuore dell’uomo, la parte più intima, dove comunque parla Dio.

Lo Spirito Santo è quella voce interiore che ci dice cosa è bene e cosa è male. La coscienza può diventare cieca a causa del peccato, abituandosi al male. Sul tema della verità e anche della libertà,

Gesù spende delle parole importanti: A chi mi ama, io mi manifesterò”. Pertanto, nell'amore vero Lo possiamo incontrare. Gesù, parlando ad alcuni giudei che avevano creduto in lui, nel capitolo di Giovanni 8,31 afferma: “Se rimanete fedeli alla mia parola, sarete davvero miei discepoli. Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi.

È una frase potente, che però non piace a questi giudei che rispondono:

Noi siamo figli di Abramo, da cosa dovremmo essere liberi?”.

Gesù replica: “In verità, in verità, chiunque commette il peccato è schiavo del peccato”.

Che cos'è il peccato?

Il peccato è tutto ciò che non è amore. E San Paolo dice che il salario, il frutto del peccato, è la morte, ovvero la morte dell'anima. Allora nella ricerca della verità con noi stessi, chiediamoci: siamo veramente liberi? Oppure, pur avendo tutto, a volte ci sentiamo morti dentro? Da cosa siamo dipendenti? Quale schiavitù non ci rende pienamente liberi e felici? Ricordiamoci che la verità ci può rendere liberi! In questa piccola analisi interiore, che ha condotto tutti i santi a fare una revisione della propria vita e a lasciare le proprie sicurezze, c’è la chiave per trovare la gioia piena.


13 giugno 2023

 
Pubblicità
Edicola San Paolo