logo san paolo
sabato 16 ottobre 2021
 

Quando gli amici tradiscono

Non è da molto che leggo Famiglia Cristiana. Ma da quando l’ho scoperta mi ci sono affezionata. Trovo nelle sue lettere una risposta a tanti miei perché. Ho quattro figli e un marito meraviglioso. Frequentiamo spesso la parrocchia e facciamo volontariato. Ci siamo creati una bella compagnia di amici e passiamo insieme molte domeniche. Spesso aiutiamo famiglie bisognose sia con cose materiali sia con un sostegno morale, ove necessario. Fino a poco tempo fa, seppur tra tanti sacrifici, la mia era una vita serena. Purtroppo, nel giro di due anni mi è crollato il mondo addosso. In breve tempo, la mia famiglia è stata colpita da tre lutti: mia madre e due miei giovanissimi fratelli. Tutto preceduto da una terribile malattia. Per stare vicina ai miei cari, in quel periodo mi sono allontanata dai figli e da mio marito. Loro hanno capito e mi hanno sostenuto. Così non è stato, invece, da parte degli amici e della parrocchia. Non una visita né una telefonata. Sono profondamente delusa. Ma come, aiutiamo gli stranieri a integrarsi e poi non ci accorgiamo del vicino di panca? Come spiegare questo comportamento ai miei figli? Ho sempre parlato loro di condivisione, soprattutto nel dolore. E non solo nelle belle mangiate e chiacchierate.

S.G. - mamma quarantenne

I veri amici si scoprono nel momento del bisogno. Il dolore è la cartina di tornasole che mette a nudo verità e sincerità di tanti rapporti. Anche familiari. È triste assistere al dileguarsi di amici e parenti, quando una presenza o una buona parola sono la migliore medicina per chi, gravemente provato da malattie, si sente mancare gli affetti più cari. Non ci sono ragioni, sia pure in sé valide, a giustificare questi gravi peccati di omissione. “Pietà” e “compassione” verso chi è più debole devono prevalere su impegni, occupazioni. E anche rancori familiari. Per non dire che “visitare gli ammalati” è una di quelle opere di misericordia su cui, noi cristiani, saremo giudicati. Come ci dice il Vangelo.


09 maggio 2012

I vostri commenti
3
scrivi

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%