logo san paolo
mercoledì 04 agosto 2021
 

Iran: Rohani e l'operazione simpatia

Il presidente iraniano Hassan Rohani (Reuters).
Il presidente iraniano Hassan Rohani (Reuters).

Hassan Rohani, fresco presidente dell'Iran, ha lanciato una vera campagna "simpatia". Prima gli auguri agli ebrei per il capodanno, poi le lettere a Barack Obama, infine (ieri) la lunga intervista concessa alla tv Usa Nbc, con tanto di twitter e foto del Presidente con la giornalista. Insomma, pare passato un secolo da quando il cupo Ahmadinejad minacciava a destra e a manca.

Ma le mosse che hanno contato di più, finora, sono altre. Due, in particolare: aver lavorato perché Assad accettasse di consegnare le armi chimiche del suo arsenale, e aver passato la pratica dei negoziati sul nucleare dal Consiglio supremo per la sicurezza al ministero degli Esteri. Aver cioè trasformato il problema atomico da una questione militare a una diplomatica, per di più affidata a un ministro come Mohammad Javad Zarif che ha fama di moderato.




Agli americani, via Nbc, Rohani ha promesso che "l'Iran non svilupperà mai armi nucleari, in nessuna circostanza". Bella mossa. E' la stessa cosa che sosteneva Ahmadinejad, il quale però un giorno sì e uno no minacciava di distruggere Israele. Le sue buone parole, ovviamente, risultavano un po' meno credibili di quelle di Rohani, che si è espresso pubblicamente contro il negazionismo della Shoah.

Detto questo, e detto che la diplomazia iraniana si è mossa con grande accortezza per tutta la crisi della Siria e soprattutto nelle ultime settimane, resta valida la domanda che le cancellerie occidentali si fanno da anni: possiamo fidarci dell'Iran? Possiamo credere che il loro sviluppo del nucleare abbia obiettivi solo ed esclusivamente pacifici?

Per avere una risposta positiva, Rohani ha ancora molto lavoro da fare.  

 

Questi e altri temi di esteri anche su fulvioscaglione.com

19 settembre 2013

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%