Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
giovedì 30 maggio 2024
 
Libri, il buono e il cattivo Aggiornamenti rss Paolo Perazzolo
Responsabile del desk Cultura e spettacoli

Scusate, ma io su questo Volo non salgo

Neanche il tempo di arrivare in libreria, e il nuovo romanzo di Fabio Volo, La strada verso casa (Mondadori), vola in testa alle classifiche, respingendo gente come Camilleri,  Carofiglio, Malvaldi...

Tanto per essere chiari: questo libro è cattivo. Non si tratta di essere snob, di voler apparire a tutti i costi lettori dal palato fino... Il problema è, senza pregiuidizi né preclusioni, che La strada verso casa è un libro mediocre: sciatto nello stile, scontato nella trama, superficiale nell'introspezione...

Non ho nulla contro Fabio Volo, soltanto preferisco dedicare il mio tempo a romanzi che mi danno di più, che sono di più... Essendo il mio tempo (come quello di tutti) limitato, scelgo con cura i libri a cui dedicarmi: e non trovo spazio per Volo che un po' mi irrita ma, soprattutto, mi annoia. Ecco, lo trovo terribilmente noioso, alla fine... E non posso accettare che un romanzo mi annoi, perchè la letteratura è esperienza, scoperta, emozione, sentimento... Semplicemente, i libri di Volo non sono letteratura, bensì mero intrattenimento.

Ho letto con conforto alcuni commenti dei lettori su Internet: la maggioranza sembra essersi stufata di questo pseudo-scrittore... Meno male.


05 novembre 2013

 
Pubblicità
Edicola San Paolo