logo san paolo
lunedì 13 luglio 2020
 
Votantonio Aggiornamenti rss Francesco Anfossi - Votantonio

Se Renzi sfratta D'Alema e Bersani

Sta per nascere “il partito del premier” al posto del Pd? Tutto lo lascia immaginare dopo l’ultima Leopolda renziana, il congresso di corrente trasformato nel luogo delle invettive alla minoranza dem, con tanto di sfratto esecutivo decretato dal segretario Matteo Renzi al grido di “fuori-fuori". In politica tutto è possibile, ma è difficile che il Partito democratico resti come prima, dopo la fatale data del referendum del 4 dicembre. 

Questo non significa che il 5 dicembre ci sarà una scissione immediata, ma certamente si innesterà un processo di disarticolazione: da una parte il segretario-premier Renzi e i suoi, dall’altra Bersani, D’Alema, Cuperlo e tutti coloro che sono stati messi nell’angolo dalla componente maggioritaria del partito. Come spartiacque il referendum sulle riforme costituzionali, sempre meno tecnico e sempre più politico, man mano che ci si avvicina a quella scadenza. Gli scenari li ha spiegati lo stesso Renzi. Se vince il sì nasce il partito di Renzi (chiamatelo come volete, partito della Leopolda, partito della nazione o partito di Matteo, ma quello sarà); se vince il no si andrà a elezioni anticipate perché Renzi non ha nessuna intenzione di “farsi rosolare”, come ha detto. E dunque quel voto si carica di un doppio significato: chi vota sì vota per lo status quo e per la scissione dentro il Pd. Chi vota no vuole mandare il Paese alle urne.  E le riforme? A pochi giorni dal voto c'azzeccheranno sempre meno. Gli indecisi non si conquistano con le architetture costituzionali ma con le promesse o le minacce.

 


07 novembre 2016

I vostri commenti
10
scrivi

Stai visualizzando  dei 10 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%