Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 14 aprile 2024
 
Libri, il buono e il cattivo Aggiornamenti rss Paolo Perazzolo
Responsabile del desk Cultura e spettacoli

Silvia (Avallone), facci sognare

Ho sulla scrivania il nuovo romanzo di Silvia Avallone, Marina Bellezza, Rizzoli come il precedente Acciaio. Acciaio - chi l'ha letto concorderà - era un bel romanzo. A ragione ha vinto il Campiello opera prima, oltre a svariati altri premi, e ha sfiorato lo Strega (secondo posto dietro Canale Mussolini di Antonio Pennacchi nel 2010).

Ricordo qui che era il suo primo romanzo, ma il suo secondo libro: il primo era una raccolta di poesie intitolato Il libro dei vent'anni (La Meridiana).

Acciaio è diventato un po' il manifesto di una certa condizione giovanile, grazie anche alla trasposizione cinematografica di Stefano Mordini con Michele Riondino e Vittoria Puccini.

Lo so, volete sapere se Marina bellezza è buono (vedi titolo del blog) come, più o meno di Acciaio... Ve lo dirò presto.

Intanto, volevo annunciare a chi fosse sfuggita la pubblicazione del libro e condividere il piacere della lettura dell'ultima prova di quella che è, comunque, una delle voci più interessanti della nuova narrativa italiana.


23 settembre 2013

 
Pubblicità
Edicola San Paolo