logo san paolo
domenica 26 settembre 2021
 

Smartphone, impronte come password

A ogni tocco il telefono ci riconosce. Se non siamo noi a usarlo, si blocca. Ecco la prossima frontiera, il massimo della privacy possibile. In attesa di sapere se il prossimo iPhone di Apple avrà o no un sensore in grado di riconoscere le impronte digitali del possessore, dalla Germania arriva il primo prototipo di schermo "tattile" che rileva le impronte di chi lo usa. Il progetto si chiama "Fiberio", ed è il frutto di due ingegneri tedeschi. Il nuovo display potrebbe fungere da password sbloccando il dispositivo e aumentando la sicurezza. Ma anche autenticare documenti, accedere a informazioni riservate, rilasciare firme digitali ancora più evolute.

Insomma, "Fiberio" è il primo touchscreen biometrico. «Normalmente, i display non possono rilevare le impronte digitali e i sensori di impronte non possono mostrare immagini», spiegano a New Scientist gli inventori Christian Holz e Patrick Baudisch, del Plattner Institute di Potsdam. «Quello che abbiamo inventato fa entrambe le cose. Nessuno c'era riuscito prima». E i test sul prototipo sembrano incoraggianti, visto che il riconoscimento impronte sarebbe addirittura in linea con gli standard dell'Fbi. In pratica, è il primo schermo che autentica gli utenti durante l'interazione tattile, anche "multi-touch".

Vediamo gli utilizzi pratici, perché se una tecnologia funziona bene nelle università, prima o poi arriva nel listino commerciale di qualche gigante dell'information tecnology. E infatti "Fiberio" potrebbe finire nel mirino della Apple, visto che la Mela Morsicata punta a un nuovo iPhone dotato di riconoscimento di impronte digitali, magari integrato nel touch screen. In questa direzione andrebbe già un brevetto depositato da Cupertino.

La domanda è: se lo smartphone, e poi il telecomando della Tv, il computer desktop, il tablet, e magari anche la lavatrice intelligente e l'antifurto di casa, funzionano esclusivamente con le nostre impronte, con chi condivideremo la nostra vita? 


26 luglio 2013

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%