logo san paolo
lunedì 20 settembre 2021
 

V DOMENICA DI PASQUA - 18 MAGGIO 2014

«Verrò di nuovo e vi prenderò con me, perché dove sono io siate anche voi. E del luogo dove io vado, conoscete la via». Gli disse Tommaso: «Signore, non sappiamo dove vai; come possiamo conoscere la via?». Gli disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me».
Giovanni 14,1-12

C' È UN POSTO PREPARATO PER NOI DAL SIGNORE   

Di fronte alla paura più nascosta e radicale che l’uomo ha, Gesù offre motivi per rassicurarci. La paura è di non valere nulla e di andare verso il nulla; è la paura che il senso delle fatiche quotidiane si perda, se non nell’oggi, nel domani che neppure si è sicuri di raggiungere. È la paura che le cose migliori della vita, gli affetti e quanto di buono si è realizzato muoiano per sempre con noi o prima di noi.

Ma questo è l’esatta negazione della Pasqua. C’è un pesante senso di provvisorietà che incombe sulle speranze che abbiamo da sempre nutrito: si rischia di avere speranze instabili, riposte in forzieri malsicuri. Ma Gesù si oppone a questa e a molte altre paure offrendo il Padre e sé stesso come fondamento di fiducia, di affidamento totale della nostra vita a un “dove” e a un “come” saldi al pari della roccia: c’è “un posto” preparato per noi accanto a lui. Questo “posto” è oggetto di tante domande: lo immaginiamo in modi differenti. Le stesse forme dell’arte lo hanno descritto e rappresentato con grande varietà e fantasia; così anche le diverse religioni.

Il cuore di ogni uomo ha bisogno di non restare invischiato nella provvisorietà, vuole certezze alle quali il Signore Gesù corrisponde e che ci anticipa nella sua risurrezione. San Paolo lo ribadisce: «Se lo Spirito di Dio, che ha risuscitato Gesù dai morti, abita in voi, colui che ha risuscitato Cristo dai morti darà la vita anche ai vostri corpi mortali per mezzo del suo Spirito che abita in voi» (Rm 8,11). Dunque la certezza ci è stata consegnata insieme a un “se” e a un “per mezzo” di cui ci parla oggi il Vangelo.

LA VERITÀ SU NOI STESSI.

Rispondendo alla perplessità di Tommaso, Gesù si manifesta come «la via, la verità e la vita» e si spiega aggiungendo che «nessuno viene al Padre se non per mezzo di me». Cosa significa? Credo si possa dire con molta semplicità così: solo l’imitazione di Gesù ci rende simili a lui e solo la conoscenza della bellezza del Padre riflessa sul suo volto e manifestata nelle sue opere ci spalanca la verità su noi stessi e sul mondo. Nulla va perduto e, come dice il Libro della Sapienza, «Le anime dei giusti sono nelle mani di Dio» (Sap 3,1): è questo il “posto” dove Gesù ci attende.

Ma ci sono anche la perplessità e la fretta di Filippo, che chiede il privilegio di una scorciatoia: «Mostraci il Padre e ci basta». Abbiamo tutti fretta di vedere il miracolo e di non subire più la fatica del dubbio sul nostro futuro, ma la “terra promessa” è ben radicata nell’umanità di Gesù e nella concretezza dei suoi gesti d’amore, che sono i gesti del Padre stesso e che dobbiamo far rivivere nella Chiesa oggi. Noi in essa sapremo compiere le opere di Gesù, di lui che «ne compirà di più grandi di queste», perché lui è presso il Padre e intercede per la sua Chiesa: per noi, suoi amici e testimoni. 


15 maggio 2014

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%