Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 25 maggio 2024
 

«Violenza sulle donne, uomini al bivio»

Caro don Stefano, ho 54 anni e da 33 anni sono sposato con Stefania, oltre che abbonato a Famiglia Cristiana. Da tempo soffro perché sono troppe le donne che vengono violentate, abusate, uccise e sfruttate nel mercato della prostituzione.

Mi batto da tempo per portare rifl essioni sul tema e vorrei condividere con lei e i lettori quello che ho scritto.

Un uomo di successo aspetta, un uomo di possesso pretende.

Un uomo di successo chiede, un uomo di possesso impone.

Un uomo di successo difende, un uomo di possesso offende.

Un uomo di successo aiuta, un uomo di possesso isola.

Un uomo di successo ascolta, un uomo di possesso ordina.

Un uomo di successo parla, un uomo di possesso urla.

Un uomo di successo vigila, un uomo di possesso controlla.

Un uomo di successo è diplomatico, un uomo di possesso è guerrafondaio.

Un uomo di successo ama, un uomo di possesso domina.

Un uomo di successo si sacrifi ca, un uomo di possesso sacrifica.

Un uomo di successo dona, un uomo di possesso possiede.

Un uomo di successo lotta per la famiglia, un uomo di possesso crea orfani.

Tu che uomo sei? O, meglio: che uomo vuoi diventare?

ANTONIO ROSSI

Caro Antonio, si tratta del bivio che ciascun uomo deve affrontare nella vita e che trova, nelle diverse declinazioni che ci offri (e a cui ciascuno di noi può rispondere), la sua sintesi nella domanda finale: quale uomo vuoi diventare? Un uomo di successo o di possesso? Dove successo non fa rima con possesso.

Grazie per averci fatto meditare.


01 febbraio 2024

 
Pubblicità
Edicola San Paolo