logo san paolo
mercoledì 23 settembre 2020
 

Web, parrocchia digitale anche per chi non crede

«Una pastorale nel mondo digitale è chiamata a tener conto anche di coloro che non credono, sono caduti nello sconforto e coltivano nel cuore il desiderio di assoluto e di verità non effimere, dato che i nuovi media permettono di entrare in contatto con seguaci di tutte le religioni, con non credenti e persone di tutte le culture». Da queste parole di Papa Francesco, frammento di un messaggio - a firma del cardinale segretario di Stato Pietro Parolin  - ai partecipanti al quarto Congresso nazionale della pastorale delle comunicazioni sociali che si è aperto in Brasile, sembra di intravedere il concetto di "parrocchia digitale", affacciata sul web e pronta a sfruttare, nella sua opera di evangelizzazione, tutte le opportunità offerte dalle Rete e dalle nuove tecnologie. Un concetto simile a ciò che da sempre contraddistingue la nostra testata, Famiglia Cristiana, da molti credenti e lettori considerata una sorta di "parrocchia di carta".

L'idea del Papa è semplice e diretta: «Il continente digitale, prima di essere una mera realtà tecnologica, è innanzitutto un luogo di incontro tra uomini e donne le cui aspirazioni e le cui sfide non sono virtuali, ma reali e hanno bisogno di una risposta concreta». In questo senso «i canali digitali sono un campo fondamentale nella nuova "uscità missionaria", auspicata nella esortazione Evangelii gaudium, alla quale tutti siamo chiamati». Ne consegue, per gli agenti della pastorale della comunicazione, la consegna «a unirsi, con fiducia e con creatività consapevole e responsabile, alla rete di rapporti che l'era digitale ha reso possibile».

Il messaggio più forte e profondo del Papa, digitalmente parlando, è forse contenuto in queste ultime parole, dove Francesco esorta a un uso "creativo" e "responsabile" della rete di rapporti che l'era di Internet ha reso possibile. Un pensiero rivolto agli agenti della pastorale per la comunicazione, ma in fondo anche a tutti noi, innazitutto per un uso "creativo" e "responsabile" dei social network, per esempio. Il che può essere interpretato, forse, come un invito rivolto tutti i cristiani a usare Twitter o Facebook per testimoniare la propria fede, per "abitare" la parrocchia digitale, per interpetatre la solidarietà attraverso il web, per essere in contatto con la comunità sfruttando la Rete, per aiutare il prossimo sulle piazze virtuali. Dunque, riempiendo le nostre "bacheche" in senso autenticamente cristiano, non solo con video tratti da YouTube, fotografie dei nostri amici animali, aforismi, citazioni o, peggio, sfoghi velenosi e gesti intolleranti.


28 luglio 2014

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%