logo san paolo
domenica 01 agosto 2021
 

XIX Domenica del T.O. - Domenica 10 Agosto 2014

Sul finire della notte egli andò verso di loro camminando sul mare. Vedendolo camminare sul mare, i discepoli furono sconvolti e dissero: «È un fantasma!» e gridarono dalla paura. Ma subito Gesù parlò loro dicendo: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!». Pietro allora gli rispose: «Signore, se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque». Ed egli disse: «Vieni!». 
Matteo 14,22-33

IL GIOIOSO IMPEGNO DI CONOSCERE GESU' MAESTRO  

Dopo aver saziato la folla, Gesù torna a quell’intimità con Dio che è essenziale alla sua missione. Per questo “costringe” i discepoli a lasciarlo solo. Quello che accade in quella solitudine con il Padre rimane un segreto impenetrabile! Noi ci immedesimiamo con i Dodici sulla barca, mentre il vento e il mare sono ostili alla loro fatica. È un’immagine quanto mai attuale, e per molti versi “bella”, della Chiesa di tutti i tempi: una “barca” che attraversa il mondo ed è troppo fragile in sé stessa, chiamata però ad aprirsi alla presenza sempre misteriosa del Signore Gesù.

Questa “Chiesa-barca” arranca sin dagli inizi della sua storia. Forse è sempre stata una barca su cui viaggiano persone che hanno paura delle onde contrarie e rimangono addirittura “sconvolte” quando vedono Gesù come mai l’avevano visto prima: dominatore di ogni avversità! È questa poca fede e per di più paurosa che ci accomuna ai Dodici nello spavento.

Perché? Noi proviamo paura quando ci troviamo di fronte a realtà che non conosciamo. Se ci incontriamo con un evento mai vissuto prima, diventiamo prudenti, tendiamo a difenderci. Forse proprio per questo i Dodici hanno paura di Gesù: ancora non conoscono bene la grande forza del suo amore che, pur di raggiungerli nelle difficoltà, compie il gesto insolito e straordinario di andare «verso di loro camminando sul mare».

VIVERE IL VANGELO.

Questo ci riguarda da vicino: i “sì” e i “no” che diciamo al Vangelo spesso dipendono dalla nostra personale “confidenza” con il Signore. Conoscerlo a fondo, sapere che egli vive, muore, risorge e continua a camminare accanto a noi, ci è di conforto, ci dà il coraggio di vivere secondo il Vangelo. Se questa convinzione si affievolisce, tutto diventa difficile e persino l’obbedienza al Vangelo rischia di essere ritenuta imprudente. Così è successo al giovane ricco: ha avuto paura della proposta di Gesù perché, invitandolo alla sua sequela, lo spogliava di tutti i propri beni.

Non conosceva il «centuplo» della ricompensa divina. E noi avremmo fatto di meglio? È ancora una volta commovente il gesto di Pietro: «Se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque». Vuole verificare fidandosi: è un gesto di grande coraggio, ma di un coraggio “dal fiato corto”, nel quale c’è ancora spazio per il dubbio e per un grido certamente angosciato ma intriso di “poca” fede: «Signore, salvami!». Non lasciamoci sopraffare dalla paura!

Insistiamo nel gioioso impegno di conoscere il Maestro e di seguirlo anche nei momenti non facili nei quali la fede è messa alla prova. È questa fede coraggiosa che ci porterà a proclamare nei modi più semplici in chi noi crediamo: «Mio Signore e mio Dio!».


07 agosto 2014

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%