logo san paolo
domenica 01 agosto 2021
 

XVI Domenica del T.O. - Domenica 20 luglio

Espose loro un’altra parabola, dicendo: «Il regno dei cieli è simile a un granello di senape, che un uomo prese e seminò nel suo campo. Esso è il più piccolo di tutti i semi ma, una volta cresciuto, è più grande delle altre piante dell’orto e diventa un albero, tanto che gli uccelli del cielo vengono a fare il nido fra i suoi rami».
Matteo 13,24-43

ECCO COME LA PAROLA DI DIO AGISCE IN NOI
 
Come agisce la parola di Dio in noi? La prima parabola ci dice che essa ha nemici che agiscono nell’ombra: lo sperimentiamo quotidianamente quando ci rendiamo conto che, pur vedendo dove sta il bene, non siamo capaci di compierlo (cfr. Romani 7,18). Perché? Perché non siamo così vigili da lasciare che solo il Signore parli al nostro cuore. In realtà abbiamo molti “signori” che ci spingono ad accettare “il mondo” con le sue attrattive terrene, così che «il Maligno rubi ciò che vi è stato seminato».

È il diavolo che si assume il compito di “separarci da Dio”: è questo il suo mestiere, l’azione che continuamente compie togliendo alla nostra libertà il suo significato più bello – quello di “portare frutto” nella parola di Dio –, e illudendoci che la nostra fragile intelligenza riesca a elaborare progetti autonomi e più adatti al bene. Ecco dov’è la zizzania, ecco la confusione della mente e del cuore che finisce per realizzare progetti che non portano da nessuna parte, ma ci allontanano dal Vangelo.

Che fare? Gesù ci suggerisce di avere pazienza con noi stessi, di vedere la nostra fragilità, di riconoscerla per vigilare sulla tentazione di fare da soli e di lasciare alla misericordia di Dio tutto il resto. Alla fine, «al tempo della mietitura» noi capiremo e Dio, con il suo giudizio misericordioso, ci mostrerà che il buon grano del suo amore ha comunque portato frutto, perché questo suo amore è più grande del nostro peccato.

FARE LA NOSTRA PARTE.

Ma la parola di Dio non ha nemici solo dentro di noi. I “nemici del Vangelo” sono ovunque e li vediamo agire nell’ombra, nelle pieghe della storia. Che fare? Gesù ci suggerisce di non pretendere di sconfiggere tutto il male che c’è, ma di fare tutta la nostra parte di bene con pazienza e senso della missione. Lui farà il resto! La seconda parabola è più semplice: apparentemente la parola di Dio non trasforma il mondo. La conversione dell’umanità non è frutto di un miracolo improvviso, ma di una lenta macerazione di questa stessa Parola nel cuore e nella vita del discepolo di Gesù.

È ancora un invito alla pazienza, a non scoraggiarci se Dio sembra impotente di fronte a tanto male e se non ci dà la possibilità di cambiare le cose così facilmente. Sì, abbiamo una vera responsabilità nel mondo: siamo piccoli, deboli e incerti, ma siamo “efficaci” secondo la misura della bontà di Dio nei nostri riguardi. L’ultima parabola è brevissima e va direttamente al cuore delle nostre idee, dei nostri propositi e delle nostre azioni.

La parola di Dio in noi che la ascoltiamo ha, nel mondo, lo stesso effetto del poco lievito nella pasta: se c’è, si vedrà. Se non si vedono i risultati, se non c’è fermento di vita nuova nella testimonianza del discepolo e della Chiesa nel mondo, significa che quel discepolo e quella Chiesa non sono adatti al Regno di Dio: devono convertirsi, convertirsi loro per primi!


17 luglio 2014

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%