logo san paolo
venerdì 30 settembre 2022
 
Chiesa e Fede Aggiornamenti rss
 
solidarietà

Così monsignor Carlo Roberto Maria Redaelli, presidente dell'importante organismo della Chiesa italiana. Dal 20 al 23 giugno, a Rho Fiera, il 42° Convegno delle Caritas diocesane. Gli interventi, tra gli altri, dell'arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, e del presidente della Conferenza episcopale italiana, il cardinale Matteo Zuppi

intervista

Monsignor Giuseppe Zenti spiega il motivo per cui ha scritto una lettera ai sacerdoti in vista del ballottaggio di domenica prossima per eleggere il sindaco: «Non ho parlato solo del gender, sul quale sono sulla stessa linea del Papa, ma di altre questioni a cominciare dalle forme di povertà, dalla doverosa accoglienza dei migranti e dalle scuole cattoliche. Non taccio, andrò avanti e sono disposto anche a un dibattito pubblico»

MILANO

Secondo gli ultimi dati Istat in Italia ci sono 5,6 milioni di persone in povertà assoluta e la rete delle Caritas, che già nel 2020 aveva sostenuto 1,9 milioni di persone, ha intensificato l’impegno e l’attività di osservazione permanente, grazie agli oltre 2.600 centri di ascolto in rete, in 193 diocesi

santi

Il vescovo piacentino sarà canonizzato in autunno, nel cuore dell’Anno a lui dedicato, con la dispensa del Papa per il secondo miracolo. Il postulatore padre Toffari: «Univa la spiritualità a una visione profetica. E diceva che finché ci sarà una parte, piccola, del mondo con la stragrande maggioranza delle ricchezze e un’altra parte, grande, con poche risorse a disposizione le migrazioni ci saranno sempre»

angelus

Il Papa lascia la domanda a ciascuno di noi. Prega anche per il Myanmar e ricorda il prossimo incontro delle famiglie. Nella giornata del Corpus domini sottoliena che, come Gesù, dobbiamo prenderci cura dell'altro. Bisogna magiare e dare da mangiare

santi

Nobile, divenne eremita e dopo l'esperienza in Spagna, iniziò una serie di peregrinazioni lungo l'Appennino fondando numerosi eremi, l'ultimo dei quali fu Camaldoli. Questo nome deriva dal campo che un tale Maldolo aveva donato al Santo, in cerca di solitudine.

Udienza

Il Pontefice incontra i partecipanti al Capitolo generale dei paolini e li esorta a cercare il dialogo con i vicini e con i lontani

vaticano

Ultraottantenne, il presule belga non parteciperà al Concistoro del 27 agosto per la creazione di nuovi cardinali. «Decisione giusta per non ferirre le vittime», commenta la Conferenza episcopale del suo Paese.

Dal vaticano

«Se nel sentimento della gente prevale l’amarezza e la delusione per la distanza che la separa dalle zone più ricche, se tanti, soprattutto giovani, aspirano ad andare via mentre chi rimane si porta dentro la frustrazione, noi pastori siamo chiamati ad abbracciare fino in fondo la vita di questo popolo» Le parole del Pontefice, ai vescovi e sacerdoti delle Chiese siciliana. Riportiamo il discorso integrale

chiesa

La decisione del vescovo emerito di Gand, che avrebbe ricevuto la porpora nel Concistoro del prossimo 27 agosto, per non aver agito incisivamente contro gli abusi del clero. La conferenza episcopale belga: «Decisione giusta. Ribadiamo l’impegno a proseguire imperturbabilmente la lotta contro ogni forma di abuso nella Chiesa cattolica in cui l’interesse delle vittime e dei loro cari è sempre al primo posto»

l'analisi

«Capì come nel mondo della comunicazione, che trasmette valori e non solo notizie, si giochi la delicata partita della formazione delle coscienze e dell’evangelizzazione», dice don Domenico Soliman, eletto superiore generale della San Paolo. Ripubblichiamo alcune sue riflessioni apparse nell'autunno 2021, in uno speciale dedicato alla figura del fondatore della Famiglia Paolina. 

l'approfondimento

Ripresentiamo la riflessione sul fondatore fatta qualche tempo fa dal nuovo superiore generale della San Paolo. L'avevamo intervistato nei locali rinnovati del Museo che ospita i ricordi dell'apostolo della stampa: l'articolo uscì sul finire del 2021, pubblicato all'interno in uno speciale dedicato alla figura di don Giacomo Alberione

Parla Maria Pia: «Lo incontrò la prima volta nel 1939, ma la vera conversione avvenne nel 1950, quando cambiò radicalmente. Il...

Amore e Famiglia

«L’amore reciproco tra l’uomo e la donna è riflesso dell’amore assoluto e indefettibile con cui Dio ama l’essere umano, destinato ad essere fecondo e a realizzarsi nell’opera comune dell’ordine sociale e della custodia del creato» Il Pontefice parla ai membri delle Federazione delle Associazioni Familiari Cattoliche. Riportiamo il discorso integrale

ecologia dello spirito

Campania, Molise, Puglia:  i rappresentanti delle amministrazioni comunali dei luoghi in qualche modo legati alle vicende umane e spirituali del frate hanno sottoscritto una convenzione per condividere nuove modalità di integrazione organizzativa, al fine di assicurare la gestione in sicurezza dei percorsi e favorirne la promozione e la valorizzazione. Si perfeziona così un'idea nata tre anni fa

Podcast

In collaborazione con Radio Vaticana, don Guido Colombo, sacerdote paolino, presenta un podcast sulla "domanda di senso dell'"uomo della strada": dai doni dello Spirito Santo al Paradiso, una serie in 4 puntate che ci accompagnerà nel mese di giugno

ANNIVERSARIO/1

L'omelia del vescovo di Manfredonia, monsingor Franco Moscone, a vent'anni esatti dalla canonizzazione del frate con le stigmate (16 giugno 2002). Cronaca di una giornata speciale di fede. Di incontri. E di cultura: stasera  un evento con le esibizioni canore di Pierdavide Carone, i Jalisse e Graziano Galatone; partecipa l’attore Sebastiano Somma, interprete di alcuni stralci tratti dagli scritti del santo

ANNIVERSARIO

Colleziona record: folle ineguagliate alle celebrazioni di beatificazione (2 maggio 1999) e canonizzazione (16 giugno 2002), un incalcolabile numero di libri e monumenti, l’intercessore più invocato dagli italiani. Un’analisi più approfondita della sua vita ce lo consegna come modello per ogni fedele, a cui insegna ad amare totalmente. Senza riserve. La biografia di Stefano Campanella, direttore di Padre Pio Tv 

Relazioni

«Ho dedicato la mia esistenza alla mia famiglia, a mio marito e ai figli, e non avrei motivi di lamentarmi. Eppure... Eppure sento che l’amore con l’uomo che ho scelto da ragazza, e di cui ero follemente innamorata, è finito da tempo e che ha ormai esaurito le pile; provo a volte rabbia verso di lui, ma anche verso di me per come sono andate le cose... Mi chiedo se ci sia ancora qualcosa da salvare nel nostro matrimonio...»

Chiedilo a credere

Non nascondere la tua tristezza: al contrario, fatti aiutare così da non restarne prigioniero

Pubblicità
 
Multimedia
Edicola San Paolo