logo san paolo
mercoledì 08 dicembre 2021
 
Chiesa e Fede Aggiornamenti rss
 
ANGELUS

Alla fine della preghiera mariana, Jorge Mario Bergoglio ha voluto ricordare tutti coloro che soffrono, nel mondo. In particolare ha richiamato l'attenzione sulla tragedia di Genova. Facendo pregare insieme tutte le persone presenti in Piazza San Pietro e quelle collegate tramite la Tv

LA TRAGEDIA

L'arcivescovo, il cardinale Angelo Bagnasco,  interviene dopo il crollo del Ponte Morandi (gli ultimi bollettini parlano di 35 morti e di una decina di dispersi): «Genova ne uscirà consolidata nel suo spirito di solidarietà che fa parte del suo animo e per quell’aiuto concreto di cui ha sempre dato prova al suo interno e anche oltre se stessa».

l'incontro

A dialogare, guidati da don Giordano Goccini, l’ex brigatista Franco Bonisoli, che faceva parte del commando che il 16 marzo 1978 rapì Aldo Moro e uccise gli uomini della scorta, e Giovanni Ricci, figlio dell’appuntato Domenico che quella mattina guidava l’auto dello statista democristiano. La Chiesa del Gesù è gremita. Tutti attenti, nonostante l'ora e la stanchezza...

ai giovani

A San Pietro erano presenti 90.000 persone. Jorge Mario Bergoglio ha invitato tutti a combattere a viso aperto la "cultura della morte" ricordando che non basta non fare il male ma occorre fare il bene. L'omelia della Messa celebrata dal cardinale Bassetti (Cei). La benedizione della Madonna di Loreto e del Crocifisso di San Damiano che andranno a Panama alla prossima Giornata mondiale della gioventù, nel gennaio 2019

A Roma, verso il Sinodo

Alle nuove generazioni Jorge Mario Bergoglio chiede di «sognare di più e con coraggio». A chi ha responsabilità educative, dentro e fuori la Chiesa, Francesco sollecita un no deciso nei confronti di ogni forma di pessimismo e una coerenza di vita: «dove non c’è testimonianza non c’è lo Spirito Santo». Un coinvolgente incontro durato più di due ore, ricco di domande anche pungenti alle quali il Pontefice non s'è sottratto Rispondendo a tutte

roma, verso il sinodo

Bergoglio è arrivato puntuale poco dopo le 18. I cancelli erano aperti dalle 13. I più lesti si erano conquistati un posto all'ombra. Il termometro, impietoso, ha sfiorato anche i 34 gradi. C'è chi ha viaggiato tutta la notte: pullman, treno o nave. Francesco è tra i 70 mila giovani convenuti al Circo Massimo. Sui social gli hastag più seguiti sono #permillestrade, #siamoqui e #vadoalmassimo. 

IL COMMENTO

Mentre Roma s'è riempita di ragazzi desiderosi di incontrare il Papa, don Michele Falabretti, responsabile del Servizio nazionale per la pastorale giovanile della Conferenza episcopale italiana guarda già oltre e riflette sul prossimo Sinodo dei Vescovi: «La Chiesa non può rinunciare alla forza che il Vangelo ha per rendere nuova l'umanità. Il Sinodo affronti con coraggio le domande più difficili delle nuove generazioni»

IL COMMENTO

Mentre Roma s'è riempita di ragazzi desiderosi di incontrare il Papa, don Michele Falabretti, responsabile del Servizio nazionale per la pastorale giovanile della Conferenza episcopale italiana guarda già oltre e riflette sul prossimo Sinodo dei Vescovi: «La Chiesa non può rinunciare alla forza che il Vangelo ha per rendere nuova l'umanità. Il Sinodo affronti con coraggio le domande più difficili delle nuove generazioni»

Specola vaticana

Il direttore dell'Osservatorio della Santa Sede, fratel Guy Consolmagno, ci svela i segreti delle stelle cadenti: «Sono un fenomeno imprevedibile che rapisce la fantasia»

l'analisi

Il presidente della Cei, il cardinale Bassetti, e l’incontro dei ragazzi con il Papa: «Non abbiamo voglia di contarci ma abbiamo voglia di ascoltare un messaggio fresco, dal Papa e dai giovani, che vanno verso una primavera della storia e dell’umanità. E noi ci andiamo con loro»

carta di leuca

Il Mare Nostrum mantiene la caratteristica «di essere al centro delle terre e di conseguenza di non essere un luogo di confine e di separazione, ma di connessione e di condivisione». Lo ha ricordato il vescovo di Ugento-S. Maria di Leuca, mons. Vito Angiuli, chiudendo il Cammino dei giovani che è culminato con la firma della “Carta di Leuca”

la mappa

Tra sabato 11 e domenica 12 diverse chiese sul percorso Circo Massimo - San Pietro resteranno aperte per la preghiera personale e comunitaria, le confessioni, monmenti di riflessione. Alla Chiesa del Gesù si parlerà di giustizia riparativa con l'ex brigatista Franco Bonisoli

A Brescia

Sono 72 i richiedenti asilo che, grazie alla Cei e con il contributo della Congrega della carità, frequenteranno un corso teorico e pratico in allevamento, agronomia e coltivazioni, meccanica agraria, manutenzione e sicurezza

la scheda

La rock band vicentina aprirà l’incontro di sabato al Circo Massimo. La scelta coraggiosa di comporre in italiano risale al 2008, conseguente ad una profonda crisi esistenziale vissuta a vari livelli dai membri della band, a cominciare dal leader Francesco Lorenzi, dopo una tournée di oltre 100 concerti in giro per il mondo

In Pakistan

Padre Emmanuel Parvez, prete di Faisalabad, organizza ogni anno un torneo di calcio interreligioso a Kushpur, il villaggio natio di Shahbaz Bhatti, ministro cristiano ucciso nel 2011. Una kermesse  che unisce giovani tramite lo sport. E che abbatte barriere tra cristiani e musulmani

Sergio Rodella

Uno scultore padovano, dopo lunghi studi, ha realizzato un modello dell’uomo deposto nel sudario ed è riuscito a dimostrare che non ci sono errori anatomici. «Quel lino ha accolto davvero il corpo di un crocifisso». Intanto, nei giorni scorsi, nuove ricerche sulle macchie di sangue hanno riaperto il dibattito

Suor Anne Lécu

Religiosa domenicana, scrittrice, lavora come medico nella più grande prigione d’Europa, il carcere di massima sicurezza di  Fleury-Mérogis, a sud di Parigi. Oltre a curare il corpo, dietro le sbarre ha imparato a lenire le ferite dell’anima, come racconta nel libro Il senso delle lacrime, scritto per le Edizioni San Paolo

Giovani & Fede

Don Michele Falabretti (Cei) spiega il senso dei pellegrinaggi verso Roma che circa trentamila ragazzi stanno percorrendo lungo 114 diversi itinerari in tutta Italia. L'11 e il 12 agosto l'incontro con il Papa. L'appuntamento voluto per preparare il prossimo Sinodo dei vescovi, in programma ad ottobre.

L'UDIENZA

«Il deserto è un’immagine della vita umana, la cui condizione è incerta e non possiede garanzie inviolabili», ha detto papa Francesco: «Quest'insicurezza genera nell’uomo ansie». «Successo, potere e denaro sono idoli che danno l’illusione della libertà ma schiavizzano», ha aggiunto Bergoglio. Che ha invocato santa Edith Stein: «Preghi e custodisca l’Europa dal cielo»

angelus

Francesco all’Angelus ricorda che «il nostro rapporto con Dio non è come tra servi che devono eseguire i compiti che il padrone ha assegnato, per avere la sua benevolenza». E nel 40° anniversario della morte (6 agosto 1978) ricorda Paolo VI: «Dal cielo interceda per la Chiesa, che tanto ha amato, e per la pace nel mondo»

Pubblicità
 
Multimedia
Edicola San Paolo