logo san paolo
mercoledì 19 gennaio 2022
 
Chiesa e Fede Aggiornamenti rss
 
Pasqua

Dio ci sorprende, ogni suo annuncio ci prende al cuore, ci mette in cammino e ci chiede un esame di coscienza. L'omelia a braccio di papa Francesco nel giorno di Pasqua

Battesimo

Mendicava davanti a un supermercato di Centocelle quando bloccò un rapinatore armato di ascia. Oggi John Ogah ha il permesso di soggiorno e spera in un futuro migliore con sua moglie e suo figlio. Con altri sette è stato battezzato da Bergoglio nel corso della veglia pasquale.  

Vegila di Pasqua

«La tomba vuota vuole sfidare, smuovere, interrogare, ma soprattutto vuole incoraggiarci a credere e ad aver fiducia che Dio “avviene” in qualsiasi situazione, in qualsiasi persona, e che la sua luce può arrivare negli angoli più imprevedibili e più chiusi dell’esistenza. È risorto dalla morte, è risorto dal luogo da cui nessuno aspettava nulla», dice papa Francesco nell'omelia della veglia pasquale 

Via Crucis

Papa Francesco conclude la via Crucis con una preghiera al Crocifisso: vergogna, pentimento e speranza sono le tre parole che descrivono il nostro sguardo fisso su di Lui

Padre Raniero Cantalamessa invita i giovani a evitare che " l’amore che non sia più dono di sé, solo possesso - spesso...

A circa 600 credenti della Striscia (cattolici e ortodossi) non è stato concesso il permesso di recarsi a recarsi a...

Colloqui col Padre

«Ho sofferto come una bestia per la perdita di Decimo. L’ho affidato alla misericordia di Dio con la speranza che un giorno il Signore me lo riconsegnerà...» Quale sorte attende i nostri piccoli "compagni di viaggio" dopo la morte? Con don Antonio cerchiamo risposta alla delicata domanda

messa in coena domini

Il Papa lava i piedi a dodici detenuti, otto di loro di religione cattolica. A tutti dice che il gesto di Gesù è il segno che Gesù non abbandona nessuno. «Se i capi di Stato avessero capito gli insegnamenti di Gesù, quante guerre non sarebbero state fatte!», afferma. Poi annuncia che verrà operato di cataratta. 

Venerdì Santo

Quindici giovani tra i 16 e i 28 anni sono stati invitati a scrivere le meditazioni della memoria della Passione guidata stasera dal Papa al Colosseo. I testi sono nati sui banchi di scuola. Parlano i protagonisti.

GIOVEDì SANTO

«Preti vicini, che ci sono, che parlano con tutti… Preti di strada.  La vicinanza è la chiave dell’evangelizzazione, un atteggiamento-chiave nel Vangelo. Non solo la chiave della misericordia», dice papa Francesco, «ma è anche la chiave della verità».

Ragioni per compiere questa operazione sono l’accertamento dell’identità e la possibilità di prelievi per preparare reliquie

La figlia del regista

Suo padre è Pupi Avati, lei è l’autrice di un libro sulla madre di Gesù alla vigilia della risurrezione. A Credere racconta il suo percorso di fede passato attraverso prove difficili, fra cui la perdita di un figlio

Rieti

Intervista a monsignor Domenico Pompili. La Chiesa di Rieti ha reagito con iniziative di solidarietà... e qualche progetto ambizioso

Laici nella Chiesa

La Vergine è fonte di ispirazione per conciliare la vita spirituale con l’essere in mezzo al mondo. Ai laici non servono incoraggiamenti, hanno solo bisogno di essere lasciati liberi di agire con maggiore fiducia

Sinodo dei giovani

Non basta ascoltarli o definirli il “futuro della Chiesa”, occorre sentirli protagonisti già oggi. In un mondo dominato dal virtuale, i giovani hanno sete di incontri personali, di dialoghi faccia a faccia

i funerali

Migliaia di persone dentro e fuori la Chiesa degli artisti a Roma per i funerali del conduttore. Il dolore dei familiari e le lacrime dei colleghi della Tv e di tanta gente comune. Un addio di popolo. Don Walter Insero: «La cifra della sua esistenza è stata la generosità e la capacità di provare compassione. L'amore che sta ricevendo dimostra che sta raccogliendo quello che ha seminato»

Il teologo risponde

Un lettore chiede se sia lecito per un sacerdote inibire l'accesso al presbiterio alle donne. La risposta del teologo

L'UDIENZA

La Pasqua «non finisce con la colomba e le uova», dice il Papa: dimostra «la grandezza dell’amore di Gesù: dà la vita gratuitamente per farci santi, per rinnovarci, per perdonarci». Una cosa è riconoscersi peccatori, chiedere perdono e cominciare una nuova vita vivificati dalla Grazia. Un'altra è fare «finta di essere persone onorevoli», ma convivere con la morte dentro, schiavi della «putredine»: ecco «i cristiani finti», «i "cristiani mafiosi"», che «portano la morte nell’anima e agli altri».

Il teologo risponde

Un lettore ci chiede se sia lecito sostituire la croce con il cero pasquale, simbolo del Risorto. La risposta del teologo

eucarestia

La catechesi di papa Francesco del 21 marzo riprende le norme dell’attuale Messale romano. Ecco il commento del nostro liturgista. Dal pane all'ostia, la storia millenaria in fedeltà a quello che accadde nell'Ultima Cena.

Pubblicità
 
Multimedia
Edicola San Paolo