logo san paolo
martedì 06 dicembre 2022
 
Chiesa e Fede Aggiornamenti rss
 
svolta del papa

Nella Lettera apostolica Misericordia et misera a conclusione del Giubileo il Papa stabilisce che sacerdoti potranno continuare ad assolvere dal peccato di aborto, i lefebvriani a ricevere lecitamente il sacramento della confessione, i Missionari della misericordia saranno ancora impegnati nel loro servizio e, infine, sarà istituita una Giornata mondiale dei poveri

l'omelia

Nella Messa conclusiva del Giubileo, papa Francesco spiega la «regalità paradossale» di Gesù e dice: «Anche se si chiude la Porta santa, rimane sempre spalancata per noi la vera porta della misericordia, che è il Cuore di Cristo. Dio è pronto a cancellare completamente e per sempre il peccato, perché la sua memoria non registra il male fatto e non tiene sempre conto dei torti subiti, come la nostra»

Oltre 900 milioni di fedeli hanno varcato la Porta Santa nell'Anno giubilare. Il primo Anno Santo celebrato in tutto il mondo...

dossier

Papa Francesco presiede a San Pietro il Concistoro per la creazione di 17 nuovi cardinali: «Nessuna mano sporca può impedire che Dio ponga in quella mano la vita che desidera regalarci». E sprona ad amare tutti: «Il nostro Padre non aspetta ad amare il mondo quando saremo buoni, ci ha amato anche quando eravamo suoi nemici»

la svolta

Con una lettera mons. Pietro Lagnese cita Amoris Laetitia di Papa Francesco e cambia le regole in vigore consentendo, scrive, «anche a persone che vivono situazioni cosiddette “irregolari”, di poter essere iscritte a pieno titolo alle confraternite con la possibilità di essere pure elette per lo svolgimento di compiti direttivi». Il discernimento spetta agli assistenti ecclesiastici che dovranno «valutare caso per caso»

Verrà resa nota il 21 novembre e s'intitola "Misericordia et Misera" la lettera apostolica di Francesco a chiusura dell'Anno Santo. Anche Wojtyla lo fece al termine del Giubileo del 2000 invitando la Chiesa a evitare trionfalismi e prendere il largo

Con le nuove porpore volute da papa Francesco, i cardinali della Chiesa cattolica sono 228. Di essi 121 sono elettori del Papa, perché non  hanno ancora compiuto 80 anni. Il più giovani è mons.  Dieudonné Nzapalainga, arcivescovo di Bangui, che ha 49 anni. Sono rappresentati tutti e cinque i continenti con 79 Paesi, 60 dei quali hanno cardinali elettori

il Papa a Milano

Francesco il 25 marzo 2017 visiterà il quartiere periferico della "Case bianche" in via Salomone, incontrerà i preti e i religiosi in Duomo, poi pranzerà con i detenuti in carcere e alle 15 al Parco di Monza la Messa dove sono attesi un milione di fedeli. «Programma intenso e senza sosta per incontrare gli ultimi», ha detto l’arcivescovo Angelo Scola

il papa

Francesco dedica l’ultima udienza generale del Giubileo all’opera di misericordia che invita a sopportare pazientemente le persone fastidiose. Chiede di fare l’esame di coscienza e avverte: «È facile prendersela con i difetti e le mancanze altrui, ma dobbiamo imparare a metterci nei panni degli altri»

il messaggio

Videomessaggio del Pontefice alla conferenza episcopale americana radunata a Baltimora. Francesco elogia il Quinto Encuentro Pastorale Nazionale Ispanico e avverte: «La nostra grande sfida è creare una cultura dell'incontro, che incoraggi gli individui e i gruppi a condividere la ricchezza delle loro tradizioni ed esperienze, ad abbattere muri e a costruire ponti»

O si può anche accettare, come elemento base, l'orzo? Risponde il teologo.

GIUBILEO dei clochard

Di fronte a circa quattromila persone povere e senza dimora, il Papa pronuncia uno dei "mea culpa" più commoventi dell'Anno Santo. Alla fine, i partecipanti pregano con Francesco mettendogli una mano sulla spalla.

Sono stati Samsung, in collaborazione con il Moige, per una campagna contro il cyberbullismo, e Frascati Scienza sulla cattiva...

Santa Marta

Papa Francesco nella Messa a Santa Marta commenta il brano in cui i farisei chiedono a Gesù quando “verrà il regno di Dio”. Bisogna fuggire dalla tentazione di cercare sempre rivelazioni nuove "scoppiettanti," perché «Il Regno di Dio cresce nella mitezza»

L'UDIENZA

«Ricordiamo questa parola: la condivisione». Con queste parole il Papa ha iniziato la catechesi di oggi, in cui ha ricordato che «non può mancare, tra le opere di misericordia, quella di visitare i carcerati e assistere le persone malate».

il discorso

È uno scandalo salvare le banche e non quella che è la "bancarotta dell’umanità". Così Francesco ha parlato dei migranti e dei rifugiati, incontrando in Vaticano circa cinquemila membri dei Movimenti Popolari. A loro ha chiesto di proseguire l'impegno per un mondo che rimetta al centro "l'essere umano"

Le catechesi sulle opere di misericordia tenute dal biblista don Romano Matrone durante la crociera-pellegrinaggio per i...

APPELLO DEL PAPA

All'Angelus: «Desidero ribadire l'importanza di riflettere sulla necessità di una giustizia penale che non sia esclusivamente punitiva, ma aperta alla speranza e alla prospettiva di reinserire il reo nella società». Bergoglio ha parlato anche di ambiente, clima e di santità, ricordano i 38 martiri albanesi proclamati beati.

AI DETENUTI

L'ha detto il Papa a chi sta scontando pene detentive celebrando lo speciale Giubileo cui hanno partecipato anche coloro che a vario titolo lavorano nelle prigioni. «Tutti abbiamo la possibilità di sbagliare. In una maniera o nell’altra abbiamo sbagliato. L’ipocrisia fa sì che non si pensi alla possibilità di cambiare vita: c’è poca fiducia nella riabilitazione, nel reinserimento nella società». 

pastorale di frontiera

Si chiama Turris Eburnea (Torre d'avorio, in latino). E' nata a Torino nel 1941. Oggi è presente anche a Milano, Genova e Roma. Storia (e attualità) di un'originale forma di apostolato. Che coniuga Parola di Dio, preghiera ed eleganza.

Pubblicità
vetrina onlus

La nuova missione a Kagwema, in Burundi, è una luce che si accende. Una goccia di solidarietà che avrà un...

 
Multimedia
Edicola San Paolo