logo san paolo
sabato 04 dicembre 2021
 
Chiesa e Fede Aggiornamenti rss
 
Il beato

Il sacerdote che anticpò il futuro morì a Roma Il 26 novembre 1971, 50 anni fa esatti. Fu beatificato da Giovanni Paolo II nel 2003. Oggi papa Francesco riceve in udienza una rappresentanza dei 10 rami della Famiglia Paolina da lui fondata. Il suo carisma e la sua missione al servizio del Vangelo con tutti i moderni mezzi di comunicazione

in libreria

L'illusionista Heldin si era esibito davanti al Papa. Adesso quella esperienza diventa libro. Con 20 trucchi magici spiegati ai bambini

Udienza

Papa Francesco continua la catechesi sul padre putativo di Gesù e sul suo ruolo centrale nella storia della Salvezza

l'assemblea generale della Cei

Sinodo: «Ognuno di noi conosce persone che, pur non essendo pienamente integrate nella vita della Chiesa, avrebbero qualcosa di importante da dire. A volte le situazioni dolorose o tristi della vita possono averle allontanate o relegate in un ambito di silenzio forzato, ma sono persone rimaste interiormente vicine al Signore: chiediamo a Lui occhi per vedere e dare voce anche a costoro». Lotta al Covid: «Serve un surplus di responsabilità da parte di tutti»

SUICIDIO ASSISTITO

«La strada più coinvincente è quella delle cure palliative». Piena vicinanza a chi soffre, ma anche tanti interrogativi etici da porre alle coscienze e ai politici di una società che (giustamente) condanna duramente l'omissione di soccorso, si batte contro la pena di morte, e poi rischia di aprire la porta all'eutanasia. Con una nota, la Pontificia Accademia per la vita, presieduta da monsignor Vincenzo Paglia, interviene in merito alla vicenda legata all’assistenza al suicidio per un cittadino italiano delle Marche

santi

Il monaco irlandese andò in Francia, Svizzera e Italia Settentrionale, creando e organizzando comunità ecclesiastiche e fondando vari monasteri. Fu uno straordinario protagonista di quel pellegrinaggio “pro Domino” che costituì uno dei fattori dell'evangelizzazione e del rinnovamento culturale dell'Europa

Cei

Francesco interviene, a porte chiuse, all'apertura della settantacinquesima assemblea della Cei in programma da lunedì 22 a giovedì 25 novembre. 

LA FESTA

«Impostare relazioni autentiche con le persone, per comprenderne con concretezza i veri bisogni, le necessità; vivere in un contesto per sperimentare in prima persona i problemi che si è chiamati a risolvere ma anche per cogliere le bellezze dei luoghi, le caratteristiche delle culture, la varietà del patrimonio artistico. È questo spirito che conferisce un valore aggiunto al vostro servizio»

Santa Cecilia

Si sposò con il nobile Valeriano e secondo la Passio il giorno delle nozze confidò cantando al suo sposo il desiderio di restare vergine. Per questo è patrona della musica. Benefattrice dei Pontefici e fondatrice di una delle prime chiese di Roma, visse fra il II e III secolo

L'Angelus

"Chiediamoci", chiede ai fedeli durante la Recita dell'Angelus, "che cosa conta nel nostro impegno cristiano: gli applausi o il servizio?Cristo non vuole servilismo".Poi invita i ragazzi che lo accompagnano a dire qualcosa per la Gmg: "Siate creativi"

Cristo Re

È la solennità che celebra la regalità di Cristo, Signore del tempo e della storia, inizio e fine di tutte le cose e al quale tutti gli uomini e le altre creature sono soggetti.  Il colore liturgico è il bianco. Fu introdotta da papa Pio XI, con l’enciclica “Quas primas” dell’11 dicembre 1925, a coronamento del Giubileo che si celebrava in quell’anno

Devozione mariana

Lo slancio mariano della fondatrice delle Apostole del Sacro Cuore di Gesù nel ricordo di don Giorgio Ciucci, cappellano della casa generalizia della Congregazione

Colloqui col Padre

«Vorrei che dopo aver corretto il Padre nostro possa ritenere di ravvivare la vicinanza alla nostra cara Madre Maria con una modifica alla preghiera dell’Ave. Alla frase "Santa Maria, Madre di Dio" io aggiungerei: "e Madre nostra"».

Colloqui col Padre

Ho pensato a questa preghiera dei fedeli da proporre durante le Messe: «Perché il Signore tocchi il cuore e la mente di potenti, governanti e indifferenti di fronte ai drammi dell’umanità. No alle guerre, alle uccisioni, alle distruzioni. No agli enormi sprechi di armamenti militari, nucleari, spaziali».

pastorale giovanile

Lo spostamento del giorno in cui celebrare, a livello diocesano, la Giornata mondiale della gioventù era stato annunciato da papa Francesco un anno fa, il 22 novembre 2020: "Al centro rimane il mistero di Gesù Cristo redentore dell’uomo; cari giovani, gridate con la vostra vita che Cristo vive, regna ed è il Signore!". Tanti gli appuntamenti preparati nelle Chiese locali. Ne segnaliamo alcuni. In Italia. E all'estero, come ad esempio in Iraq. Intanto Lisbona aspetta il prossimo incontro internazionale, fissato dal primo al 6 agosto 2023 

CHIESA E GIOVANI

Quando sono nate, perché e cosa sono le Giornate mondiali della gioventù. L'intuizione di Giovanni Paolo II, le prime edizioni degli anni Ottanta, le tappe europee e quelle in America e Asia. Benedetto XVI. Infine Francesco: Rio de Janeiro (2013), Cracovia (2016) e Panama (2019). Il prossimo incontro internazionale si svolgerà in Portogallo. Appuntamento a Lisbona, dal primo al 6 agosto 2023. Intanto il Papa argentino, nel 2020, ha annunciato un cambiamentto: a livello diocesano la Gmg si celebra non più la Domenica delle Palme ma quella di Cristo Re. 

CHIESA E GIOVANI

Quando sono nate, perché e cosa sono le Giornate mondiali della gioventù. L'intuizione di Giovanni Paolo II, le prime edizioni degli anni Ottanta, le tappe europee e quelle in America e Asia. Benedetto XVI. Infine Francesco: Rio de Janeiro (2013), Cracovia (2016) e Panama (2019). Il prossimo incontro internazionale si svolgerà in Portogallo. Appuntamento a Lisbona, dal primo al 6 agosto 2023. Intanto il Papa argentino, nel 2020, ha annunciato un cambiamentto: a livello diocesano la Gmg si celebra non più la Domenica delle Palme ma quella di Cristo Re. 

Dieci anni fa, nel 2011, Famiglia Cristiana ha intervistato il cardinale Maria Rouco Varela, all'epoca arcivescovo di Madrid...

GIORNATA DI PREGHIERA PER LE VITTIME

Monsignor Lorenzo Ghizzoni, arcivescovo di Ravenna Cervia e responsabile del Servizio nazionale per la tutela dei minori della Cei, commenta la prima Giornata nazionale di preghiera per le vittime e i sopravvissuti agli abusi: «Siamo vicini a chi ha sofferto. Operiamo in accordo con la Magistratura. Vogliamo e dobbiamo rendere le parrocchie ambienti sicuri»

spiritualità

La riflessione di mons. Vito Angiuli, vescovo della diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca: «Il necessario cambiamento personale deve diventare un vero processo di conversione delle comunità cristiane perché esse siano “capaci di liberare la speranza, di saperla organizzare”»

Pubblicità
 
Multimedia
Edicola San Paolo