Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 19 giugno 2024
 
Chiesa e Fede Aggiornamenti rss
 
IL TESTIMONE

«Ho avuto la gioia di essere suo allievo», dice l'arcivescovo di Vienna. «Non solo è stato un insegnante di grande capacità, ma è stato un vero maestro tanto con la parola viva quanto con i testi scritti. Tutto ciò fa di lui io direi quasi un Padre della Chiesa, con il suo ministero episcopale prima,  con il magistero pontificio poi, con il suo modo di essere teologo. Oso metterlo vicino a sant'Agostino». Intervista raccolta da François Vayne 

benedetto XVI

In queste ore si moltiplicano i messaggi di addio a papa Ratzinger, dalle presidenze della Conferenza episcopale italiana (Cei)  e dell'Azione Cattolica Italiana a Comunione e Liberazione, dalla Compagnia delle Opere alla Comunità Papa Giovanni XXIII e al Rinnovamento nello Spirito Santo, da Nuovi Orizzonti al Forum delle associazioni sociosanitarie

LA DEVOZIONE MARIANA

È nato nel giorno in cui morì santa Bernadette Soubirous, da cui ha sempre tratto ispirazione. «Per lui la Madre di Dio è specchio di ogni santità e maestra di carità: ha la capacità di fare spazio a Dio perché lo incontra nella preghiera e nel servizio al prossimo», spiega il mariologo don Filippo Celona che ne ha studiato gli scritti. 

Libro-intervista

Le dimissioni, le riforme, il rapporto con il successore, la lobby gay in Vaticano e il pensiero della morte. Ratzinger si è raccontato nel libro-intervista con Peter Seewald "Ultime conversazioni", uscito nel settembre 2016: «Il governo pratico non è il mio forte. Nessuno mi hai mai ricattato. Felice del mio successore, lui è l’uomo della riforma pratica»

Dallo storico annuncio delle dimissioni di Joseph Ratzinger, giorno per giorno, tutti gli eventi più importanti che hanno...

IL RICORDO

Il futuro Benedetto XVI venne ordinato sacerdote il 29 giugno 1951. «Mente e cuore: il Papa emerito è un uomo colto che guarda alla Chiesa e al mondo con la tranquillità di chi crede che ogni cosa è nelle mani di Gesù Cristo», spiega lo scrittore cattolico, che con lui scrisse il best seller Rapporto sulla fede

dossier

S'è spento alle 9,34 del 31 dicembre. L'annuncio ufficiale della Santa Sede. Aveva 95 anni. Dalla mattina di lunedì 2 gennaio 2023, il corpo sarà nella Basilica di San Pietro in Vaticano per il saluto dei fedeli. I funerali alle 9,30 del 5 gennaio, presieduti da papa Francesco. La vita e le opere di un uomo mite dalla fede forte. Che ha lasciato il segno della storia del cristianesimo e della cultura contemporanei. Il primo aprile 2005, a Subiaco, parlò a cuore aperto delle sfide palesi e subdole della modernità in un discorso che, per lucidità e coraggio, convinse molti cardinali elettori a votarlo come Papa qualche giorno dopo. L'11 febbraio 2013 rinunciò al pontificato, diventando il primo Papa emerito dell'era moderna

31 dicembre

Il via alle 15 presso la Casa Circondariale, poi in Cattedrale alle 21 la celebrazione eucaristica trasmessa in diretta su Tv2000. Alcune tappe riprenderanno il tema del Messaggio per la 56ª Giornata Mondiale della Pace: “Nessuno può salvarsi da solo. Ripartire dal Covid-19 per tracciare insieme sentieri di pace”

Testimoni

A Palazzo Broletto a Como "Il senso della vita", fotografie dell'ospedale voluto dal comboniano scomparso nel 1987 e a novembre proclamato beato

LUTTO

S'è spento l'intellettuale già collaboratore di diverse testate (tra cui Famiglia Cristiana) e fondatore della casa editrice Ares. Il ricordo appassionato di Riccardo Caniato, che l'ha conosciuto a fondo e ne ha raccolto l'eredità 

LA NOTA

L'intervento del direttore della Sala stampa Santa Sede: «La situazione al momento resta sotto controllo, seguita costantemente dai medici».

dibattito

Il teologo Gilfredo Marengo replica alla riflessione della scrittrice che ha sostenuto che “i cattolici amano un Dio Bambino perché rifiutano la complessità”: «Quel Bambino e la sua Famiglia sono il segno, inatteso e inimmaginabile, dell’agire salvifico di Dio tra gli uomini, da secoli atteso, ma che si compie in una forma assolutamente nuova e impensabile»

benedizione urbi et orbi

Papa Francesco esorta a pensare agli ucraini e a tutti coloro che patiscono la guerra, soprattutto ai bambini. E chiede di liberarci della zavorra dell'attaccamento al potere e al denaro per andare spediti verso Betlemme aiutando chi sta nel bisogno

messa della notte di Natale

Papa Francesco ricorda il cuore del Natale. Spiega che la mangiatoia è simbolo di vicinanza, povertà e concretezza. Ed esorta a cercare tutti ibambini, i deboli che sono nelle mangiatoie del mondo

Il caso

Il vicariato fa sapere di voler intervenire, per quanto di sua competenza, sul caso del gesuita sloveno accusato di abusi sessuali

dossier

Dio chiama per nome. Dio ama, Dio rialza chi è caduto. Il sentirselo ricordare da chi ha vissuto anni d'inferno e (accade anche da noi, nelle Comunità Nuovi Orrizonti)  sta mettendo insieme i cocci di una vita randagia rende la preghiera più intesa. Scuote una fede spesso tiepida e abitudinaria 

L'INCONTRO

Il comico, nato a Casablanca e di religione ebraica, è noto anche per essere l’ex di Charlotte Casiraghi. Nell'ultimo film, Reste un peu, di cui è regista e protagonista, uscito nelle sale francesi il 16 novembre, racconta il suo slancio per il cattolicesimo. In poche settimane sta scalando la classifica dei film più visti. Sul numero di Famiglia Cristiana in edicola da giovedì 29 dicembre l'intervista esclusiva.

NAPOLI

La battuta finale di “Napoli milionaria”, la celebre opera teatrale di Eduardo De Filippo del 1945 è diventata il titolo della lettera per la Festa della Natività scritta dall'arcivescovo di Napoli, monsignor Domenico (Mimmo) Battaglia. Ecco il testo integrale

bari

«Una guerra tra cristiani umilia e scandalizza, offende il nostro unico e comune Maestro che la spada ordina di rimetterla nel fodero, ricordando che chi di spada ferisce di spada perisce e che la violenza segna la vita della vittima e dell’assassino, sempre». L'ha detto il cardinale Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna e presidente della Conferenza episcopale italiana (Cei), nella Veglia di preghiera promossa dalla Cei e dall’arcidiocesi di Bari-Bitonto per la pace in Ucraina

NATALE NEL MONDO/3

Don Silvano Perissinotto, sacerdote fidei donum di Treviso, racconta la Natalità in un villaggio africano, nel cuore di un Paese, il Ciad, appunto, tra i più poveri al mondo, dove la nascita di Gesù è vissuta in modo essenziale.

Pubblicità
 
Multimedia
Tutti Video Foto
Edicola San Paolo